“L’educazione” di Tara Westover è il libro che dovete leggere se pensate che l’istruzione, la cultura e l’educazione non servano a niente

Un libro al mese, in piccole schede, in poche battute, per decidere se vale la pena comprarlo e soprattutto leggerlo. Perché la lettura, come diceva Woody Allen, è anche un esercizio di legittima difesa.

0
193
Nello slider la copertina del libro

Per il quarto anno consecutivo, anche nel 2024 voglio proporvi un libro al mese, forse due, per raccontare chi siamo, da dove veniamo, dove vorremmo andare e come ci vogliamo arrivare. Perché la lettura può essere svago, intrattenimento, ma anche un valido esercizio per imparare a pensare e sviluppare una certa idea del mondo.

Un libro al mese, in piccole schede, in poche battute, per decidere se vale la pena comprarlo e soprattutto leggerlo. Perché la lettura, come diceva Woody Allen, è anche un esercizio di legittima difesa.

Cosa ci definisce realmente?

È la volontà, sono le opportunità, forse la nostra famiglia, oppure è l’educazione, non solamente l’istruzione, che ci viene impartita o a cui abbiamo accesso?

O, più probabilmente, è un insieme di tutte queste cose?

Per Tara Westover, nata in una numerosa famiglia mormone molto osservante fra le montagne dell’Idaho, da principio e fino ai 17 anni è soprattutto la famiglia a definirla e formare la sua personalità e visione del mondo.

Né lei né i suoi fratelli e sua sorella sono stati registrati all’anagrafe, non sono mai andati a scuola, non sono mai stati visitati da un dottore.

Sono cresciuti quasi senza libri, a parte la Bibbia e il Libro di Mormon, senza sapere cosa succede nel mondo o cosa sia la storia, il passato o un’idea del futuro.

Fin da piccolissimi hanno aiutato i genitori nei loro lavori: a stufare le erbe per la madre levatrice e guaritrice ed a lavorare nella discarica del padre, per recuperare metalli.

Scopri il nuovo numero: “Il Futuro è aperto 2024”

Il futuro tecnicamente non esiste. Lo possiamo immaginare, disegnare, raccontare e poco altro. Anzi no, possiamo anche viverlo proiettandoci in un tempo lontano da noi con il rischio, però, di perdersi tra i vari farò e dirò. L’unica cosa che si può fare è stare nel presente per costruirselo, il Futuro.

Da buoni mormoni osservanti, i suoi familiari si preparavano alla fine del mondo accumulando lattine di pesche sciroppate, stipando un’infinità di carburante e armi di ogni tipo e dormendo con uno zaino d’emergenza sempre a portata di mano.

Ma poi succede che alla soglia dei 17 anni Tara fa una scoperta straordinaria: l’educazione.

E l’educazione, l’istruzione e la cultura le aprono letteralmente gli occhi, le danno nuove prospettive, e soprattutto le danno la possibilità di emanciparsi, di vivere una vita diversa, di diventare una persona diversa.

Il libro che vi invito a leggere questo mese e che si intitola appunto “L’educazione” è un’autobiografia, o meglio un memoir, crudo e sincero che parla di feroci legami familiari e del dolore che si prova nel doverli recidere quando il desiderio di autodefinirsi è più forte di quello di uniformarsi.

Un libro uscito nel 2018 e che rappresenta uno degli inni più ispirati e struggenti sul che cosa significhi e a cosa serva davvero l’educazione, quando decidiamo che vogliamo crescere, emanciparci e diventare dei veri individui, non solo delle semplici persone.

Un libro che, con le dovute differenze, ci permette di specchiarci e ritrovare nella storia di Tara un poco delle nostre storie, perché la famiglia può essere un tempio e un rifugio, ma alle volte anche un muro invalicabile e una prigione.

Nell'immagine la copertina del libro “L’educazione” di Tara Westover - Smart Marketing

L’educazione

Autore: Tara Westover

Editore: Feltrinelli

Anno: maggio 2018

Pagine: 384

Isbn: 9788807892394

Prezzo: € 14,00

Oggi Tara Westover, dopo una laurea alla Brigham Young University, ha vinto una borsa di studio a Cambridge, dove ha conseguito un dottorato di ricerca in storia. “L’educazione”, il suo libro di memorie, ha debuttato al primo posto nella lista dei bestseller del New York Times ed è stato finalista per numerosi premi. La sua vita è cambiata “radicalmente” quando ha incontrato i libri e l’educazione che le hanno fatto scoprire chi lei fosse davvero e non chi volesse fosse la sua famiglia, i suoi amici o la sua comunità.

Perché dovremmo leggere “L’educazione” di Tara Westover?

Perchè il libro della Westover ci racconta che studiare, avere fame di conoscenza ed essere curiosi è la maniera migliore che abbiamo per “costruire” noi stessi: qualsiasi siano le nostre radici, quanto grande sarà l’albero e fin dove si estenderanno i rami dipenderà da come decidiamo di nutrire questa pianta che si chiama personalità.

Perchè se è vero, come ha detto il compositore americano Anthony Brandt, che nella vita “Altre cose possono cambiarci ma cominciamo e finiamo con la famiglia”, è pure vero che alle volte, come disse il poeta e scrittore britannico Philip Larkin: “Ti rovinano, tua madre e tuo padre. Forse non vorrebbero ma lo fanno. Ti trasmettono i loro difetti e ne aggiungono degli altri adatti a te”.

Hai letto fino qui? Allora questi contenuti devono essere davvero interessanti!

Iscriviti per restare in contatto con Smart Marketing. Senza perderti nulla!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.