Realtà Aumentata = Turismo Aumentato

2
2373
Turisti fai da te?
Turisti fai da te?

“Turisiti fai da te?…ahi, ahi ahii!” Così esclamavano i protagonisti di uno storico spot televisivo, commissionato da una grande compagnia di viaggi, verso turisti improvvisati che puntualmente finivano nei guai per colpa della loro disorganizzazione. Questo poteva essere possibile sino ad un decennio fa, ma con l’avvento del web la cosa è veramente cambiata. Le informazioni utili ad organizzare un viaggio di piccole o medie dimensioni non sono più raggiungibili dalle sole agenzie di viaggio. Ora, ognuno di noi, può trovare e prenotare una camera sul web senza l’aiuto di una agenzia viaggi e contemporaneamente aggiungere commenti sui social generici e di settore, utili ai prossimi fruitori di quel servizio, sulla qualità del servizio e sulla veridicità dei dati trovati inizialmente sulla pagina promozionale dell’albergo. Realta_Aumentata_AR_03L’Evoluzione e la diffusione degli strumenti di comunicazione digitali, soprattutto mobile, e la nascita dei social network hanno reso ogni turista un portatore di conoscenza alle finalità della programmazione di un viaggio. Ma il modo con cui tutti noi consumeremo prodotti turistici nei prossimi anni cambierà drasticamente ancora una volta. Questo cambiamento è abbondantemente in atto, ma non ha ancora visto il suo apice. Sarà la diffusione della tecnologia della Realtà Aumentata a mettere in atto questo cambiamento. E sarà lo sviluppo dei contenuti specifici e mirati al miglior utilizzo di questa tecnologia che determineranno il successo di questo sistema di fruizione delle informazioni. In un precedente articolo avevo già accennato al tema della Realtà Aumentata, ma ora vorrei darne una definizione più precisa. Realta_Aumentata_AR_04La Realtà Aumentata, di cui l’acronimo è AR (Augmented Reality) è la sovrapposizione di molteplici strati informativi come testi, ipertesti, contenuti multimediali, dati geolocalizzati, punti di interesse, modelli 3D, ad un flusso video in tempo reale che acquisisce la realtà che ci circonda. I dispositivi per la Realtà Aumentata sono in fase di sviluppo ma, in verità, noi possiamo già fruire di contenuti AR attraverso device mobile di ultima generazione. La sovrapposizione degli elementi virtuali, alla visione normale della realtà, permetterà di avere una visione del mondo in cui le informazioni saranno reperibili in prossimità dei luoghi e degli oggetti di interesse e non ricercabili per mezzo di parole chiave. Per accedere a contenuti informativi forniti dalla Realtà Aumentata bisogna avere dispositivi forniti di GPS, magnetometro, videocamera, accelerometro, e connessione internet. Si utilizzano browser specifici, scaricabili gratuitamente dalla rete, per visualizzare i contenuti sovrapposti alle immagini acquisite dalla videocamera. I contenuti possono essere geolocalizzati, collegati ad un marker simile o identico ad un QR – code o collegati alle forme degli oggetti reali che il software riconosce per mezzo di un’analisi grafica dell’immagine.

Realta_Aumentata_AR_06
Esempio di contenuti AR applicati ad un depliant.
Progetto sviluppato dalla azienda italiana EXPERENTI

Attualmente il browser più diffuso è Layar 3D, ma Google attende la commercializzazione dei suoi Glass per sferrare il colpo più duro nel mercato della Realtà Aumentata. Questo sistema permetterà così di acquisire informazioni sul posto, semplicemente guardando la realtà attraverso il display di un telefonino, di un tablet o ancora meglio attraverso degli occhiali speciali. Realta_Aumentata_AR_01L’ evoluzione e diffusione dei contenuti AR rivoluzioneranno il modo di fare turismo. Ci basterà partire per una meta qualsiasi e dare una sbirciatina ogni tanto sul nostro display mobile per scoprire, durante il nostro viaggio improvvisato, offerte di ogni tipo, alberghi, ristoranti, musei, mezzi di trasporto, informazioni turistiche di ogni genere e altro ancora, indicati con puntatori o semplici fumetti nel punto in cui stiamo mirando la nostra videocamera. E come se le innumerevoli informazioni reperibili nel web si riposizionassero nel nostro spazio reale. Lo spazio è così “taggato” da una infinità di  informazioni che lo rendono chiaro anche a chi non lo conosce. Le aziende e le amministrazioni che per prime e nel modo migliore costruiranno autostrade di contenuti AR potranno aggiudicarsi il maggior numero di “turisti fai da te” dell’ultima generazione; turisti fintamente improvvisati.
Realta_Aumentata_AR_07L’era della Realtà Aumentata è appena cominciata, in campo di applicazioni, servizi e contenuti il meglio deve ancora venire. Anche in questo caso, il primo che arriva … vince.

Hai letto fino qui? Allora questi contenuti devono essere davvero interessanti!

Iscriviti per restare in contatto con Smart Marketing. Senza perderti nulla!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

2 COMMENTS

  1. Bell’articolo 🙂
    In effetti, la Realtà Aumentata porterà cambiamenti epocali nel modo in cui interagiamo con i marchi e fruiamo delle informazioni abbattendo la barriera tra vita reale e mondo digitale.
    Una sola osservazione, la foto che mostra una scheda di un museo e il David aumentato non è un lavoro di Layar, ma dell’italianissima startup Experenti.

    • Grazie Barbara! Riguardo le immagini dell’articolo sicuramente non fanno riferimento tutte all’azienda Layar, mi scuso per il disguido. Riparerò all’errore aggiungendo una nota didascalica all’immagine e il link verso il sito web ufficiale dell’azienda. Grazie ancora!