Come cambia il ruolo della marca tra linguaggi, contesto, significati e storytelling. Intervista a Iabicus.

0
1344
Come cambia il ruolo della marca tra linguaggi, contesto, significati e storytelling. Intervista a Iabicus.

Partire da una domanda piuttosto ordinaria come “Qual è la ricetta, se c’è, per un messaggio pubblicitario memorabile” e iniziare invece a parlare di principi cardine come la credibilità, pertinenza e rilevanza. Abbandonare le “formule magiche” per riflettere sull’essenza delle cose come il capitale narrativo di una marca, l’impatto vero, reale e tangibile che la sua comunicazione deve cercare di avere sulle persone, sino ad arrivare al concetto di attivismobrand activism – ed alla lettura dei contesti.

Trovarsi a parlare delle differenze tra consumo e scelta di un brand, tra acquisto e aderenza, tra uso e adesione valoriale e “destinica” ad una marca. O rivedere il periodo pandemico e post pandemico in chiave di concatenazione per (ri)scoprire che siamo essenzialmente tutti connessi, che le nostre vite sono legate le une alle altre molto più di quello che potessimo credere.

E interrogarsi sul ruolo dello storytelling da intendersi non come mero, e magari anche bellissimo, esercizio di stile che però non lascia davvero un’impronta, per ricondurlo al suo vero scopo originario – proprio della narrazione – ossia quello di creare comunità, ingenerare un cambiamento, passare all’azione (lo storydoing).

Tutto questo è emerso nell’intervista con Paolo Iabichino – Iabicus –, pubblicitario, saggista e docente universitario. Un’analisi dal punto di vista della comunicazione, dei linguaggi e dei significati, del mondo che stiamo vivendo, del nostro ruolo di persone/consumatori all’interno dello stesso e della relazione che le marche hanno con noi e con il contesto che le circonda.

L’intervista, tra l’altro, prende il via con un annuncio: a Iabichino verrà conferita una Laurea Magistrale Honoris Causa in “Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni”, lunedì̀ 15 novembre, presso l’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo. E per l’occasione terrà una Lectio Magistralis dal titolo “La pubblicità civile. Il futuro della comunicazione d’impresa, per dare un futuro alla comunicazione d’impresa.” che potrete seguire qui alle h 11.30.

Annuncio che, come vedrete, ha praticamente posizionato l’intervista sul binario della prospettiva e del futuro della pubblicità e della comunicazione.

Nota. Questa intervista è figlia della collaborazione con il Digital Innovation Days – DIDAYS -, di cui siamo media partner e chi vi invitiamo a seguire dal 10 al 13 novembre 2021 in formato phygital. Lì potrete seguire l’approfondimento di Paolo Iabichino dal titolo “Cronache da un mondo sospeso”, giovedì 11 novembre 2021.

Ti è piaciuto? Hai qualche considerazione in merito? Fammelo sapere nei commenti. Rispondo sempre. Se vuoi rimanere in contatto con me, questo è il link giusto: www.linkedin.com/in/ivanzorico

SmakNews_Smart_Marketing_logo_SResta aggiornato sulle nostre pubblicazioni e sulle ultime novità dal mondo del marketing e della comunicazione.

Hai letto fino qui? Allora questi contenuti devono essere davvero interessanti!

Iscriviti per restare in contatto con Smart Marketing. Senza perderti nulla!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.