É una coloratissima e psichedelica immagine a fare da Copertina d’Artista al 92° numero del nostro magazine.

Sembra più la cover di un LP di un gruppo progressive rock degli anni ‘70 che la copertina di un mensile. 

Una serie di elementi molto eterogenei si affastellano e amalgamano gli uni sugli altri senza soluzione di continuità.

Dall’alto si vedono innanzitutto delle geometrie perfettamente sospese fra l’arte Pop e l’arte Optical, scendendo appena un poco con lo sguardo sorprendiamo due fate o ninfe in pieno stile Liberty, ancora più in basso una grande ruota o disco si ruba metà della scena, è una ruota strana perché assomiglia sia ad un mandala induista che ad una roulette, infine in basso vediamo un groviglio di piante e rose che formano una sorta di cornice che delimita lo spazio.

Su tutto l’Artwork, infine, campeggia la scritta “Simply the best”.

Nell'immagine la Copertina d'Artista del 92° numero del nostro magazine realizzata da Giulio Giancaspro - Smart Marketing
La Copertina d’Artista del 92° numero del nostro magazine realizzata da Giulio Giancaspro.

Insomma, siamo davanti ad un lavoro stratificato e multiforme, di non immediata comprensione, un’opera che si presta a svariate letture.

Ho il privilegio di conoscere personalmente l’artista, il talentuoso ed eclettico Giulio Giancaspro, giunto ormai alla sua 4° collaborazione con il nostro magazine, e, dopo aver chiacchierato con lui sulla tematica del numero che doveva illustrare, sono venuto a conoscenza di una serie di meta-informazioni che mi hanno permesso di comprendere meglio questo lavoro.

Quello che vedete è una vera biografia, o meglio un’infografica, nella quale Giancaspro ha condensato più di 30 anni di carriera, ogni elemento grafico rappresenta un “periodo” dell’artista.

Cominciando dall’alto scorgiamo le geometrie optical e pop della sua giovinezza, le ninfe sono le rappresentazioni del suo breve ma intenso periodo liberty (della cui esistenza ho appreso solo recentemente), il disco è in realtà un piatto della sua ultima produzione di design dove ritornano le sue giovanili geometrie filtrate dall’esperienza e dal mestiere della maturità, infine, le piante e le rose sono un mix efficace tra illustrazione e fumetto. Tutta l’immagine infine è resa armoniosa ed equilibrata da altre due frequentazioni del nostro artista: la grafica e la Pop art che da anni, e più profondamente di altre, definiscono lo stile eclettico e multiforme del Giancaspro.

Nell'immagine un'opera di Giulio Giancaspro - Smart Marketing
L’opera “Calendario 2021″ di Giulio Giancaspro.

Raccontare con le immagini, imprimere la propria impronta sulla materia per darne significati altri, creare opere che parlano sì ai nostri occhi, ma che prima ancora interrogano le nostre coscienze.

Scopri il nuovo numero: “Simply the best”

Possiamo decidere che il 2021, al pari del 2020, sia completamente da buttar via, oppure possiamo scegliere di focalizzarci su altro… sulle nuove consapevolezze raggiunte, sul nuovo valore che diamo al tempo ed allo stare insieme. Ossia, su quanto di buono è comunque accaduto o su cosa abbiamo imparato.

Giulio Giancaspro in quest’opera parla di se stesso, del suo percorso come uomo ed artista, ma a guardar bene e a fondo parla anche a noi e di noi: tutta l’immagine pare un inno alla vita, non c’è angoscia o tristezza, ma solo positività e gioia. I simboli di buon augurio per il futuro si sprecano: le ninfe sembrano le fate delle nostre favole, la ruota sembra un benaugurante mandala, le piante ed i fiori sono la natura che emerge per inondare di profumo e bellezza tutto lo spazio.

Nell'immagine alcune opere di Giulio Giancaspro esposte sul ponte di un fiume a Hersbruck in Germania - Smart Marketing
Alcune opere di Giulio Giancaspro in esposizione a Kunst im Fluss (Arte sul fiume), 2° edizione, presso Hersbruck (Norimberga), Germania.

Con questo tripudio di arte e storytelling si chiude un altro anno di straordinarie Copertine d’Artista; abbiamo voluto chiudere questo strano ed ansiogeno 2021 con un’opera di Giulio Giancaspro, con il quale avevamo cominciato lo scorso gennaio, perchè eravamo sicuri che ci avrebbe donato un lavoro pieno di gioia, speranza e buoni propositi, ma il nostro beniamino ha fatto di più, perché l’ultimo, e più importante, messaggio che emerge dalle figure e dai colori della copertina, sembra essere che: “senza sapere da dove veniamo, non sappiamo dove stiamo andando”.

Forse è questo il compito più sottovalutato dell’arte, immaginare i sentieri del futuro, senza dimenticare il cammino che abbiamo già compiuto.

 

6-foto-in-studio-minGiulio Giancaspro

Nato nel 1963 a Molfetta (Ba), dove vive e opera.

Dal 1990, sulla scia delle prime esperienze pop, mette in gioco con ironia il suo lavoro con sensibili capacità nello scomporre e ristrutturare un altro know how strettamente legato alla comunicazione pubblicitaria.

Si occupa di pittura, grafica e comunicazione visiva. Numerose sono le sue produzioni grafico-pubblicitarie, pittoriche e digitali, tra cui i Movie-Poster.

Nel 2019, dalla fusione di due linguaggi diversi tra loro (astrattismo geometrico e pop art), giunge a una ricerca più intima, intrisa di sensibilità emotiva e positività, che chiama ironicamente “Arte in Stallo”. Dal 2020 collabora come illustratore con la rivista mensile “L’altra Molfetta”, di cui cura le pagine dell’arte e della satira.

Per Smart Marketing ha illustrato la primissima Copertina d’Artista del Gennaio 2015, quella del 50° numero del nostro magazine nel Giugno del 2018 e quella del Gennaio 2021

Per informazioni e per contattare l’artista:

giulio.giancaspro@libero.it

 

Ultime mostre:

2021

Un Pop di tutto, Cittadella degli Artisti, Molfetta (BA);

Kunst im Fluss (Arte sul fiume), 2° edizione,  presso Hersbruck (Norimberga), Germania.

2020

“Kunstspaziergang” – Percorso artistico ambientale, Hersbruck (Norimberga), Germania.

2019

“Arte in Stallo “– Gaart Gallery, Molfetta (BA);

“Kunst im Fluss” – Mostra all’aria aperta, Hersbruck (Germania);

“Play Movie. Cinema, gioco e ironia nei movie posters di Giulio Giancaspro” – Liceo Artistico Statale “V. Calò”, Grottaglie (TA).

2018

“Love & other drugs” – Galleria Spaziogiovani, Bari;

“Tessere di Pace” – Sala dei Templari, Molfetta (BA).

2017 

“Nei meandri della Bellezza” – Deutsches Hirtenmuseum, Hersbruck (Germania); 

“Eternalove” – Clitorosso Art Gallery, Ruvo di Puglia (BA).

2016

“BeneBiennale” – Rocca dei Rettori, Benevento;

“Sottobraccio” – Museo della Città e del Territorio, Corato (BA);

“News-Cover. Notizie, immagini e visioni ai tempi dell’Infotainment” – Momart Gallery – Matera, Chiesa Sant’Andrea degli Armeni – Taranto, Laboratorio Urbano Mediterraneo – San Giorgio Jonico (TA).

 

Ti è piaciuto? Cosa ne pensi? Faccelo sapere nei commenti. Rispondiamo sempre.

SmakNews_Smart_Marketing_logo_SResta aggiornato sulle nostre pubblicazioni e sulle ultime novità dal mondo del marketing e della comunicazione.

Qui, se vuoi, puoi consultare la nostra Privacy Policy

image_pdfimage_print

LEAVE A REPLY

Login with:
Powered by Sociable!