“You Can Be Anything”: Barbie è simbolo di inclusione

0
1059

Tutti da bambine abbiamo giocato e tenuto in mano una Barbie, la storica bambola bionda dal fisico mozzafiato protagonista della nostra infanzia. Pochi conoscono tuttavia la sua storia o sanno che oggi la Barbie è simbolo di inclusione all’insegna del motto “You Can Be Anything” che ha portato alla nascita di Barbie con diversi lavori, tratti somatici e alla creazione di un mondo in tutto e per tutto simile a quello reale.

La storia della bambola più amata al mondo

La Barbie è una famosa bambola creata dall’azienda statunitense Mattel. La Barbie è stata introdotta sul mercato il 9 marzo 1959, quindi è nata ufficialmente in quella data. Da allora, la Barbie è diventata un’icona culturale e uno dei giocattoli più venduti al mondo. Oggi con la campagna Barbie “You Can Be Anything” la bambola diventa per bambine e ragazzine simbolo di inclusione per diversi motivi:

  • Diversità etnica: Nel corso degli anni, Mattel ha lavorato per aumentare la diversità etnica nella linea di Barbie, introducendo bambole con diversi toni di pelle, caratteristiche facciali e acconciature che riflettono l’aspetto di persone di diverse origini etniche. Ciò ha contribuito a rappresentare una gamma più ampia di razze ed etnie, incoraggiando l’inclusione e la rappresentazione di diversi background.
  • Diversità di corpo: Tradizionalmente, la Barbie è stata spesso criticata per promuovere uno standard irrealistico di bellezza femminile, con il suo corpo slanciato e proporzioni fisiche poco realistiche. Tuttavia, negli ultimi anni, Mattel ha introdotto una maggiore diversità di corpo nella linea di Barbie. Ciò include l’introduzione di bambole con corpi più curvy, alti, piccoli e con diversi tipi di fisico, cercando di rappresentare una gamma più ampia di forme e dimensioni del corpo femminile.

Scopri il nuovo numero: “Fenomeno Barbie”

Tutto si è colorato letteralmente di rosa, il film Barbie è ormai un fenomeno. Un esempio di come un ottimo prodotto, affiancato da un ottimo marketing, può fare la differenza.

  • Carriere e aspirazioni: La linea di Barbie include una vasta gamma di professioni e carriere, che vanno dalla scienza, all’arte, alla tecnologia, allo sport e oltre. Questo aiuta a rompere gli stereotipi di genere tradizionali e mostra alle ragazze che possono perseguire qualsiasi carriera che desiderano, incoraggiando l’inclusione e l’empowerment femminile.
  • Messaggi di positività e ispirazione: Oltre alla diversità fisica e alle carriere, la Barbie ha promosso messaggi di positività, inclusione, fiducia in se stesse e incoraggiamento nelle sue campagne pubblicitarie e nella narrativa associata alla bambola. Ciò ha aiutato a creare un’immagine più inclusiva e a trasmettere l’importanza di accettarsi e valorizzarsi per ciò che si è.

Tutto questo mondo che spinge a diventare chi si vuole davvero è raccontato nel nuovo film uscito al cinema e non resta che fare un tuffo nel passato ricordandoci dei pomeriggi passati a giocare con la Barbie e guardare al futuro grazie ai messaggi di inclusione, positività e ispirazione che la Barbie trasmette oggi a tutti, grandi e bambini.

Hai letto fino qui? Allora questi contenuti devono essere davvero interessanti!

Iscriviti per restare in contatto con Smart Marketing. Senza perderti nulla!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.