Quando l’età è una questione di calzini

0
192
Foto di The Lazy Artist Gallery da Pexels.

Le due generazioni più amate oggi dai grandi brand e dalle piattaforme social sono i Millennials, i nati pressappoco dal 1981 e il 1996, e la Generazione Z, i nati tra il 1997, ma qualche studioso preferisce il 2000, e il 2012.

Il motivo è facilmente intuibile, i primi, i Millennials, sono oggi lavoratori e lavoratrici con una buona possibilità di spesa, oltre ad essere una generazione abbastanza numerosa, mentre i secondi, la Generazione Z, stanno finendo il percorso universitario o sono già impegnati nel mercato del lavoro e cominciano ad avere, o presto avranno, buone possibilità di spesa, oltre ad essere una generazione che detta mode e tendenze.

Lo scontro fra queste due generazioni, vero o alimentato dai media che sia, spesso avviene nel campo della moda. Sia TikTok che Instagram, i due social presidi dei Zoomer, la prima, e dei Millennials, la seconda, sono pieni di video che ironicamente prendono in giro gli outfit e le manie di una o dell’altra generazione.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Hollywood Pipeline (@thehollywoodpipeline)

L’ultimo scontro è cominciato nell’inverno del 2023 e riguardava la lunghezza dei calzini, tornato prepotentemente attuale grazie ad una foto ed un video che ritrae l’attrice Jennifer Lawrence, millennial doc, con dei mocassini neri e con calzini alti fino alla caviglia, i cosiddetti ankle socks, che hanno infiammato i social e suscitato l’ilarità dei Gen-Z.

Le calze preferite dei millenials sono infatti quelle corte che lasciano scoperta la caviglia, pedalini, fantasmini e appunto ankle socks, mentre per gli zoomer la calza giusta deve coprire ed abbracciare la caviglia come fanno le calze definite crew socks. Le stesse, queste ultime, amate sia dai baby boomer che dalla Generazione X e che sono tornate improvvisamente di tendenza.

Quindi potremmo dire: “Dimmi che calza indossi e ti dirò chi sei”?

Può essere, e forse ha ragione la giornalista Chiara Da Col che dalle pagine di Vanity Fair definisce questa storia come “una guerra di confine tra malleolo e polpaccio, spazio che sembra sufficiente a sancire l’appartenenza a una generazione piuttosto che a un’altra”.

Nell'immagine una guida alla scelta della calza in base alla sua lunghezza - Smart Marketing

Sia quello che sia, la moda si dimostra ancora una volta croce e delizia del confronto generazionale e faccenda maledettamente seria, visto che, come rivela Forbes, nel 2023 le vendite di calzini alti sopra la caviglia (i crew socks) sono aumentate dell’8 per cento rispetto all’anno prima, e che questo si deve per l’80 per cento alla Gen-Z, mentre negli ultimi 12 mesi le vendite di calzini sotto la caviglia (ankle socks) sono cresciute più velocemente tra i Millennial.

E voi che calze indossate?

E, soprattutto, d’ora in poi lo farete con altrettanta leggerezza?

Fatecelo sapere nei commenti.

Hai letto fino qui? Allora questi contenuti devono essere davvero interessanti!

Iscriviti per restare in contatto con Smart Marketing. Senza perderti nulla!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.