La 3° edizione del WomenX Impact è alle porte, cosa dobbiamo aspettarci? Ne abbiamo parlato con la founder Eleonora Rocca

0
364
La 3° edizione del WomenX Impact è alle porte, cosa dobbiamo aspettarci? Ne abbiamo parlato con la founder Eleonora Rocca

Giunto alla terza edizione, WomenX Impact, l’evento nato da un’idea di Eleonora Rocca per dar voce alle donne che si sono distinte nei loro percorsi di carriera e alle aziende che si sono impegnate con progetti importanti in ambito Diversity & Inclusion, è ormai diventato un punto di riferimento nel panorama degli eventi legati al marketing, al business e al management.

Noi di Smart Marketing – Mensile di Comunicazione, Marketing e Social Media, media partner fin dalla prima edizione, abbiamo chiesto alla founder Eleonora Rocca di rispondere ad alcune domande per spiegarci meglio cosa è il WomenX Impact, le novità di questa edizione e le sfide del futuro. 

Siamo arrivati alla terza edizione del WomenX Impact, l’evento sull’imprenditoria e sulla leadership femminile: più che un bilancio ti chiediamo quali sono le sfide del futuro.

Ebbene sì, il WomenX Impact Summit 2023 è alle porte: dal 23 al 25 novembre il FICO Eataly World di Bologna accoglierà una tre giorni (di cui i primi due in modalità fisica e il terzo online) di speech e workshop che si preannuncia ricca di spunti di riflessione sugli argomenti più disparati a tema leadership, empowerment femminile, innovazione e futuro. 

Un’edizione che si propone l’obiettivo di abbattere stereotipi e pregiudizi che le donne incontrano nei loro percorsi di vita e di carriera, impedimenti che molto spesso intaccano la loro consapevolezza di sé e autostima.

Gli ostacoli che le donne si troveranno ad affrontare in futuro purtroppo non sono molto diversi da ciò con cui hanno a che fare oggi nei vari contesti personali e professionali: la persistenza degli stereotipi di genere, le continue discriminazioni sul posto di lavoro e la limitata rappresentanza nelle posizioni di leadership sono tra le più grandi sfide che le donne dovranno fronteggiare. 

Superare questi ostacoli richiederà un impegno continuo e collettivo, perché le battaglie più importanti si combattono insieme: per promuovere l’uguaglianza di genere, proteggere i diritti delle donne e creare una società più giusta e inclusiva è necessario che ognuno di noi faccia la sua parte.

Quali sono le differenze tra questa e le precedenti edizioni, e qual è la mission che accomuna la scelta dei temi e dei relatori di questa edizione?  

Quest’anno aziende come Eni, Mediobanca, Olympus Italia, Cisco e Ot Consulting hanno rinnovato la loro collaborazione con WomenX Impact, un traguardo di cui siamo molto orgogliosi perché è la prova che quando si lavora bene insieme si può andare lontano.

Il WomenX Impact Summit 2023 conta innumerevoli figure nazionali ed internazionali e realtà ed aziende del calibro di 3M, Airbnb, Alibaba, Shopify, Università di Bologna, Massachusetts Institute of Technology (MIT), Acer, Google Cloud. 

Questa edizione significherà mettere in pratica ciò che abbiamo imparato in questi anni: capire cosa è andato bene e cosa andrebbe migliorato sulla base dei feedback dei partecipanti per garantire a tutt* un’esperienza di arricchimento e di crescita personale e professionale.

La mission sarà permettere alle donne di stravolgere la loro vita, cambiare settore, cercare nuove opportunità lavorative ponendo l’accento sull’importanza della loro autostima e consapevolezza, perché, se una donna sa quanto vale, non ci sono ostacoli che tengano!

Eleonora, secondo te, c’è ancora un gap di genere nel mondo del lavoro, e particolarmente nelle professioni del marketing, relativo ai salari, alle promozioni ed alle posizioni apicali?

Purtroppo sì e le statistiche non mentono! Nonostante i progressi fatti verso l’uguaglianza di genere, persistono ancora disparità significative.

Secondo il report Women in the Workplace 2022, solo 1 leader C-suite, su 4, è una donna e solo 1, su 20, è una donna di colore.

Troppo poche donne ricoprono posizioni apicali e non perché non ne siano all’altezza, ma perché manca un contesto economico-sociale che permetta loro di essere lì dove meritano. 

Per quanto riguarda la disparità salariale i fattori discriminanti possono essere i ruoli tradizionalmente assegnati alle donne e la mancanza di negoziazione salariale. In termini di promozioni, invece, ciò che molto spesso ostacola le donne nell’avanzamento di carriera sono i pregiudizi di genere, la mancanza di mentorship e la difficoltà nel conciliare lavoro e vita familiare. 

Per far fronte a queste sfide, è fondamentale promuovere iniziative sociali a favore dell’uguaglianza di genere sul posto di lavoro, come ad esempio programmi di formazione sulla consapevolezza di genere, politiche di pari opportunità e progetti a tema diversità e inclusione.

Raccontaci i tre motivi per i quali non bisogna perdersi questa edizione del WomenX Impact.

Ispirazione, voglia di mettersi in gioco e desiderio di guardare al futuro.

WomenX Impact è un’occasione incredibile per trarre ispirazione da storie di vita vera, senza esclusione di colpi, fatte di cadute e ripartenze. Sono fortemente convinta che la contaminazione di idee sia ciò che permetta di raggiungere grandi traguardi. 

La voglia di mettersi in gioco è un aspetto fondamentale del nostro ecosistema e una caratteristica distintiva dell’evento: attraverso i diversi workshop formativi, ognuno di noi ha la possibilità di mettere alla prova le proprie skill e acquisirne delle nuove.

Infine, lo sguardo al futuro è protagonista indiscusso: è la molla che ci spinge a non arrenderci e che ci aiuta a comprendere che solo guardando oltre le difficoltà e le ingiustizie sociali si possono raggiungere grandi traguardi.

Hai letto fino qui? Allora questi contenuti devono essere davvero interessanti!

Iscriviti per restare in contatto con Smart Marketing. Senza perderti nulla!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.