Il Futuro è aperto 2022 – L’editoriale di Raffaello Castellano

0
924
Nell'Immagine un astronauta durante una passeggiata spaziale - Smart Marketing
Photo by liuzishan da Freepik.
Raffaello Castellano direttore responsabile Smart MarketingNel gennaio del 2020, in un mondo molto diverso da quello di oggi, io e l’amico Ivan Zorico proponemmo che da quell’anno in avanti ogni numero di Gennaio avesse come titolo “Il Futuro è aperto”; avevamo preso spunto da una citazione del grande filosofo della scienza Karl Popper, tratto dal libro “La lezione di questo secolo” che recita:
“Il futuro è molto aperto, e dipende da noi, da noi tutti. Dipende da ciò che voi e io e molti altri uomini fanno e faranno, oggi, domani e dopodomani. E quello che noi facciamo e faremo dipende a sua volta dal nostro pensiero e dai nostri desideri, dalle nostre speranze e dai nostri timori. Dipende da come vediamo il mondo e da come valutiamo le possibilità del futuro che sono aperte.”

Non potevamo certo immaginare che di lì a pochi giorni sarebbe arrivato in Italia, ed in tutta Europa, il Coronavirus che avrebbe scompaginato programmi, idee e progetti.

La storia la sappiamo tutti, in parte la stiamo vivendo ancora oggi: in quel 2020 tutte le uscite del nostro magazine, da febbraio in poi, furono scandite e dedicate al tema dell’emergenza sanitaria, al conseguente lockdown e al cambio repentino, radicale e per molti drammatico delle condizioni e possibilità del lavoro.

Alcune categorie di lavoratori sono state più danneggiate di altre: chi lavorava nei servizi, davanti ad un computer, se l’è cavata, ad altri è andata male ed in molti hanno perso l’impiego.

Scopri il nuovo numero: “Il futuro è aperto”

Il futuro prende vita dalle nostre azioni. E l’azione è sempre risolutrice. Andiamo incontro al futuro, senza timori. Il futuro è aperto!

Per noi di Smart Marketing il virus non ha fatto solo danni: da una parte la “scoperta” delle app per videoconferenza ci ha permesso di compattare la redazione e metterci finalmente la faccia, dall’altra il ricorso massiccio allo smart working e il surplus di tempo a disposizione, a causa del già citato lockdown, ci ha consentito di incrementare il numero degli articoli pubblicati e di dedicarci a nuovi progetti, come le live di “Incontri ravvicinati”.

Il tutto a dimostrazione del vecchio adagio che dice che “non tutto il male viene per nuocere”.

Dalla storia recente del 2020/21 arriviamo alla cronaca del presente, il Coronavirus fa ancora paura, la pandemia è lungi dall’essere contenuta, insomma potremmo dire insieme al compianto Ennio Flaiano che: “La situazione è grave ma non è seria”. Chi pensava di tornare ad una normalità pre-pandemia è rimasto deluso, il futuro non è più quello che credevamo una volta; il Covid19 ci ha costretto a fare i conti con tante cose, nuovi problemi ma anche nuove opportunità, ma soprattutto, obbligandoci a molti mesi di isolamento e solitudine, il Coronavirus ci ha messo di fronte a noi stessi ed alle nostre responsabilità e alle nostre priorità.

Tornare indietro non si può, si può solo andare avanti. Sotto questa prospettiva  l’augurio fatto sul numero di gennaio del 2020 conserva tutto il suo valore: mai come ora infatti il Futuro è aperto, sta a noi scegliere che Futuro vogliamo che sia, le possibilità sono infinite.

Buona vita a tutti.
Raffaello Castellano

 

Ti è piaciuto? Cosa ne pensi? Faccelo sapere nei commenti. Rispondiamo sempre.

SmakNews_Smart_Marketing_logo_SResta aggiornato sulle nostre pubblicazioni e sulle ultime novità dal mondo del marketing e della comunicazione.

Hai letto fino qui? Allora questi contenuti devono essere davvero interessanti!

Iscriviti per restare in contatto con Smart Marketing. Senza perderti nulla!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.