Golden Globe 2019: trionfo per “Bohemian Rhapsody” e Alfonso Cuarón

0
1714

Il 6 gennaio scorso si è svolta la 76esima edizione dei Golden Globe, il premio statunitense assegnato ogni anno ai migliori film e programmi televisivi della stagione.

Ecco tutti i vincitori:

  • Miglior film drammatico: “Bohemian Rhapsody
  • Miglior regista: Alfonso Cuarón (“Roma”)
  • Miglior attore in serie tv (musical o commedia): Michael Douglas (“Il metodo Kominsky”)
  • Miglior attore in un film drammatico: Rami Malek  (“Bohemian Rhapsody”)
  • Miglior attrice in un film drammatico: Glenn Close (“The Wife”)
  • Miglior film o commedia musicale: “Green Book”
  • Miglior attrice in una commedia o in un film musicale: Olivia Colman (“La favorita”)
  • Miglior miniserie o film per la tv: “The Assassination of Gianni Versace”
  • Miglior serie tv comedy: “Il metodo Kominsky”
  • Miglior attrice in una serie tv comedyRachel Brosnahan (“The Marvelous Mrs. Maisel”)
  • Miglior attore in una miniserie: Darren Criss (“American Crime Story: L’assassinio di Gianni Versace”)
  • Miglior film in lingua straniera: “Roma”
  • Miglior attore in un film musical o in una commedia: Christian Bale (“Vice – L’uomo nell’ombra”)
  • Miglior attrice non protagonista in una serie: Patricia Clarkson (“Sharp Objects”)
  • Miglior sceneggiatura: Peter Farrelly, Nick Vallelonga, Brian Currie (“Green Book”)
  • Miglior attore non protagonista in un film: Mahershala Ali (“Green Book”)
  • Miglior attrice in una serie drammatica: Sandra Oh (“Killing Eve”)
  • Miglior attrice non protagonista in un film: Regina King (“Se la strada potesse parlare”)
  • Miglior canzone originaleShallow (“A Star Is Born”)
  • Miglior colonna sonora originale: Justin Hurwitz  (“First Man”)
  • Miglior attore non protagonista in limited series, serial tv e film per la tv: Ben Wishaw
  • Miglior serie tv (drammatica):  “The Americans”
  • Miglior attore in serie tv (drammatica): Richard Madden (“Bodyguard”)
  • Miglior cartoon: “Spider-Man: Into the Spider-Verse

Serata senza polemiche e satira politica, all’insegna del buon cinema e della buona televisione d’intrattenimento. Non sono mancati momenti divertenti, come il discorso di Christian Bale, premiato come Miglior attore per il film “Vice – L’uomo nell’ombra”: “…grazie a Satana, per avermi dato l’ispirazione per recitare questo ruolo…”, queste le parole dell’attore, che in poche ore hanno fatto il giro del mondo.

Emozione per il trionfo del film “Bohemian Rhapsody” di Bryan Singer e per il toccante discorso dell’attore Rami Malek, premiato per la sua straordinaria interpretazione del cantante Freddie Mercury: “…grazie ai Queen, a te Brian May e a te Roger Taylor!

Per aver assicurato l’autenticità e l’inclusività che esistono nella musica e nel mondo e in tutti noi! Grazie a Freddie Mercury per avermi dato la gioia di una vita! Ti amo, splendido uomo,questo è per te ed è merito tuo, meraviglia!”.

Non resta che aspettare di sapere se gli altri ambiti premi del cinema, gli Oscar, concorderanno con questi risultati.

Hai letto fino qui? Allora questi contenuti devono essere davvero interessanti!

Iscriviti per restare in contatto con Smart Marketing. Senza perderti nulla!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.