Tutto è comunicazione, o meglio tutto è conversazione. Di nuovo e soprattutto per la generazione Z

0
146
Nell'immagine due ragazze si scattano un selfie - Smart Marketing
Image by freepik.

Come ogni anno un numero del mensile Smart Marketing si intitola tutto è comunicazione, ma a mio parere questo 2024 si caratterizza per la tendenza del tutto è conversazione, di nuovo e soprattutto per la generazione Z.

Cosa si intende con Gen Z e quali sono le sue caratteristiche?

La Generazione Zeta, composta da individui nati dopo il 1997, viene spesso descritta dai media con toni apocalittici, concentrati su aspetti materiali e sull’economia come fonte primaria di insicurezze e frustrazioni. Tuttavia, un articolo di Stefano Pistolini sul magazine di Linkiesta, in collaborazione con il New York Times, offre una visione diversa, sostenendo che questa generazione ha priorità diverse e una visione meno materialistica rispetto a quanto comunemente si pensa.

Pistolini sottolinea che è importante non cadere nella trappola della narrazione dominante, che dipinge la Generazione Zeta come ossessionata dal denaro. Egli suggerisce che la “tormenta digitale” che ha catturato l’attenzione dei teenager per un decennio potrebbe aver esaurito il suo effetto centripeto. Al contrario, potremmo essere all’inizio di una nuova era della parola, caratterizzata da confronto, dibattito, scambio culturale e contrapposizione di intelligenze.

Questa contronarrazione evidenzia che, per i giovani di oggi, anche il concetto di fare la rivoluzione assume nuovi significati, spesso espressi attraverso le parole e le immagini piuttosto che con azioni tradizionali. In questo contesto, la Generazione Zeta potrebbe essere vista come meno legata al materialismo e più orientata verso forme di comunicazione e interazione culturale.

Una generazione che tende a boomerizzarsi

La frase “Tutto è conversazione, di nuovo” potrebbe sembrare lo slogan di una piattaforma fallita, come Clubhouse, che per un certo periodo aveva catturato l’attenzione dei media e degli utenti. Clubhouse è stata una meteora nel panorama dei social media, rapidamente dimenticata dopo un iniziale entusiasmo. Oggi, invece, associamo la Generazione Zeta a TikTok, una piattaforma che sta subendo un’evoluzione simile a quella già vista con altre reti sociali.

Scopri il nuovo numero: “Tutto è Comunicazione”

Il ruolo della comunicazione è fuori discussione. Gli effetti di questa sovraesposizione un po’ meno. Abbiamo iniziato a conoscere le fake news, la post verità, le dipendenze dai social. Il mondo in vent’anni non è solo cambiato, si è trasformato completamente. E’ altro.

TikTok, inizialmente dominata da giovani utenti, sta cominciando a “boomerizzarsi”. Questo fenomeno si verifica quando una piattaforma giovane e innovativa inizia ad attrarre utenti più anziani e un aumento degli investimenti pubblicitari. Questo cambiamento può alterare la dinamica della piattaforma, rendendola meno attraente per i suoi utenti originari, che spesso cercano spazi digitali distinti dagli adulti.

Il fatto che anche TikTok stia attraversando questa trasformazione suggerisce un ciclo ricorrente nel mondo dei social media: le piattaforme emergono, catturano l’interesse di una generazione, poi diventano mainstream e infine vedono un cambiamento demografico nel loro pubblico. Questo ciclo riflette le mutevoli priorità e interessi della Generazione Zeta, che potrebbe cercare nuovi spazi per esprimere la propria identità e creatività, lontano dagli sguardi delle generazioni più anziane e dalle dinamiche commerciali.

L’app preferita dalla Generazione Z: Be Real

Be Real è un social network che punta tutto sulla spontaneità, cercando di catturare momenti quotidiani senza filtri e senza la possibilità di ritoccare le proprie foto. Questo approccio lo distingue nettamente dalle piattaforme più tradizionali come Instagram, dove le immagini spesso sono curate e modificate per presentare una versione idealizzata della vita degli utenti.

Come Funziona Be Real
  1. Doppia Fotocamera: La caratteristica principale di Be Real è che scatta foto simultaneamente con la fotocamera anteriore e posteriore del dispositivo. Questo permette di catturare sia la scena davanti a te che il tuo volto mentre scatti la foto.
  2. Notifiche Casuali: Ogni giorno, a un orario diverso, tutti gli utenti ricevono una notifica che li invita a scattare una foto. Da quel momento, hanno due minuti per scattare e pubblicare l’immagine.
  3. Spontaneità: L’idea è di catturare momenti autentici della vita quotidiana, senza la possibilità di prepararsi o modificare l’immagine. Che tu sia al supermercato, sul divano o a un concerto, devi scattare entro i due minuti.
  4. Interazione Condizionata: Puoi vedere le foto degli altri solo se hai condiviso la tua. Questo crea un ambiente di reciprocità, dove la partecipazione è necessaria per l’interazione.
  5. Pubblicazione in Ritardo: C’è la possibilità di pubblicare in ritardo, ma questo viene evidenziato nell’app, rendendo palese che hai aspettato per trovare un momento più significativo o interessante. Questo compromette in parte l’idea di spontaneità, simile a fare una storia su Instagram.
Nell'immagine tre ragazze scherzano e si scattano un selfie - Smart Marketing
Image by freepik.
Dati Demografici

Secondo le statistiche, quasi metà degli utenti di Be Real ha tra i 16 e i 25 anni, con un 43,3% di utenti in questa fascia di età negli Stati Uniti. Si può ragionevolmente assumere che la distribuzione in Europa sia simile, data la natura globale delle tendenze sociali tra i giovani.

Obiettivo di Be Real

L’obiettivo originario di Be Real è di offrire una finestra autentica nella vita delle persone, contrapposta alla natura spesso artificiosa e curata dei contenuti su altre piattaforme social. Questo approccio è particolarmente attraente per la Generazione Zeta, che cerca autenticità e connessioni genuine in un mondo sempre più dominato dalle immagini filtrate e dalle vite perfette esposte sui social media.

Un grande classico per la generazione Z: l’app TikTok

TikTok è diventata una delle applicazioni più popolari tra la Generazione Z, rivoluzionando il modo in cui i giovani creano e consumano contenuti digitali. Questa piattaforma, sviluppata dalla società cinese ByteDance, ha conquistato il pubblico globale con il suo formato di video brevi, intuitivi e spesso virali.

Caratteristiche di TikTok
  1. Video Brevi: TikTok permette di creare e condividere video della durata massima di 60 secondi (anche se la durata massima è stata recentemente estesa a 3 minuti per alcuni utenti). Questo formato breve è perfetto per catturare l’attenzione e mantenere l’interesse del pubblico.
  2. Editing Semplice: L’app offre una vasta gamma di strumenti di editing che includono filtri, effetti speciali, musica di sottofondo e molto altro, rendendo facile per chiunque creare contenuti accattivanti.
  3. Algoritmo Personalizzato: Il “For You Page” (FYP) di TikTok utilizza un potente algoritmo che personalizza i contenuti visualizzati in base alle interazioni e preferenze dell’utente. Questo rende ogni esperienza su TikTok unica e altamente coinvolgente.
  4. Trend e Challenge: TikTok è noto per i suoi trend virali e le challenge. Questi fenomeni incentivano gli utenti a partecipare e creare contenuti in linea con le tendenze attuali, contribuendo a una sensazione di comunità globale.
  5. Musica e Suoni: La musica è una componente centrale di TikTok. Gli utenti possono scegliere tra un’ampia libreria di brani per accompagnare i loro video, e molte canzoni sono diventate popolari grazie a TikTok.

TikTok ha avuto un impatto significativo sulla cultura popolare e sulla comunicazione tra i giovani. Ecco alcuni dei modi in cui ha influenzato la Generazione Z:

  1. Creatività e Espressione Personale: TikTok offre una piattaforma dove i giovani possono esprimere la loro creatività in modi nuovi e innovativi. Dalla danza alla commedia, dalla cucina ai tutorial di bellezza, le possibilità sono infinite.
  2. Educazione e Informazione: Molti creatori di contenuti su TikTok utilizzano la piattaforma per educare e informare su una vasta gamma di argomenti, inclusi temi sociali, politici e ambientali. Questo rende TikTok anche uno strumento di apprendimento.
  3. Comunità e Inclusività: TikTok ha una forte cultura di comunità, dove la diversità è celebrata. Gli utenti trovano gruppi e tendenze che risuonano con le loro identità e interessi, creando un senso di appartenenza.
App, social e teorema delle giornate mondiali

Il “teorema” delle giornate mondiali applicato alle piattaforme social è una metafora efficace per descrivere la proliferazione e l’obsolescenza rapida di molte applicazioni digitali. Come le giornate mondiali dedicate a una vasta gamma di temi, molte piattaforme social emergono con clamore, attirano attenzione per un breve periodo, ma poi vengono rapidamente dimenticate.

Ciclo di Vita delle Piattaforme Social
  1. Emergenza e Boom Iniziale: Molte nuove piattaforme social catturano l’interesse iniziale grazie a una caratteristica innovativa o una tendenza emergente. Ad esempio, Clubhouse ha guadagnato popolarità per i suoi audio chat in diretta, mentre BeReal sta guadagnando attenzione per la sua enfasi sulla spontaneità.
  2. Curiosità e Adozione: Gli utenti iniziano a sperimentare con la nuova piattaforma, spesso attratti dalla novità e dalla possibilità di essere tra i primi a provarla. Durante questa fase, l’adozione può crescere rapidamente.
  3. Declino dell’Interesse: Molte piattaforme vedono un calo dell’interesse quando la novità svanisce o quando non riescono a mantenere l’engagement degli utenti con nuove funzionalità o contenuti attrattivi. Gli utenti possono stancarsi e migrare verso altre piattaforme più stabili e consolidate.
I Giganti del Social Media

I giganti del social media, come Facebook, Instagram, Twitter, e TikTok, continuano a dominare il panorama nonostante le sfide costanti. La loro egemonia può essere erosa da nuove tendenze e tecnologie, ma la loro capacità di adattarsi e integrare nuove funzionalità spesso li mantiene rilevanti.

Staremo a vedere.

Hai letto fino qui? Allora questi contenuti devono essere davvero interessanti!

Iscriviti per restare in contatto con Smart Marketing. Senza perderti nulla!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.