ivan-zorico-01-minVi racconto un po’ di dietro le quinte.

Periodicamente io e l’amico/socio/direttore responsabile Raffaello Castellano ci confrontiamo per decidere la scaletta dei temi da trattare e su cosa puntare l’attenzione vagliando tra temi di attualità, trend di mercato e sollecitazioni provenienti dai voi lettori.
Quando è arrivato il tempo di decidere a quale macro argomento dedicare il 50esimo numero del mensile, proprio Raffaello non ha avuto dubbi: dedichiamolo proprio a Smart Marketing.

Le sue motivazioni era chiare.

In un momento in cui l’editoria non sta vivendo proprio il suo periodo migliore (cfr. redazioni ridimensionate, testate e sedi storiche chiuse) arrivare a pubblicare il 50simo numero di un mensile tematico e di caratura nazionale non è cosa da poco. Essere capaci di pubblicare articoli e contenuti di valore da oltre 4 anni a questa parte, non può passare inosservato.

In effetti non potevo, e non posso, dargli torto.

Con le poche risorse che avevamo e abbiamo a disposizione (non riceviamo finanziamenti nazionali, regionali, provinciali e comunali, e non abbiamo alle spalle nessun grande gruppo editoriale o industriale…insomma ci autofinanziamo) e con l’aiuto delle persone di valore che si sono avvicinate al progetto, siamo riusciti a metter su un mensile con una connotazione ben precisa e che, anche se non lo pubblicassimo noi, seguirei sempre. Non è un caso se negli ultimi mesi anche gli addetti ai lavori si sono accorti di noi: tante sono state infatti le richieste di media partnership che abbiamo ricevuto per grandi eventi del settore.

Per mia natura, però, essendo proiettato sempre in avanti, mi sembrava un tema un po’ nostalgico. Come se invece di guardare a cosa potremmo ancora fare, ci stessimo eccessivamente dedicando a quello che è stato fatto. Ma, Raffaello, che in quanto ad abilità oratorie e persuasive non ha molti competitor (tanto rimanere su una terminologia cara agli uomini e donne di marketing :)), mi ha convinto della bontà della sua idea e della possibilità di voltare in chiave positiva e plurale quello che aveva in mente.

Da questo confronto – perdurato giorni (LOL) – è nato “Traguardi”.
Un numero quindi un po’ auto celebrativo, ma non di certo autoreferenziale. Perché sul tema “Traguardi” c’è tanto da dire in termini di marketing, business e non solo. Temi come la crescita personale, il viaggio dell’eroe (leggi storytelling), case history, ecc..

Ecco quindi cosa troverete questo mese:

Buona lettura e, come sempre, fateci sapere cosa ne pensate.

Ivan Zorico

image_pdfimage_print
SHARE
Previous articleTraguardi – L’Editoriale di Raffaello Castellano
Next articleLa Copertina d’Artista – Giugno 2018
Laureato in Informazione e Sistemi Editoriali presso l’Università degli Studi di Bari presso la quale ha conseguito anche il Master di I livello in Comunicazione Sociale e Sanitaria. Cura le relazioni con i media, con gli operatori dell’informazione e con i clienti per diverse realtà produttive ed ha ideato ed organizzato eventi culturali seguendone la promozione. Ha esperienza nel campo della formazione come docente, nell’area della comunicazione e del marketing, e come coordinatore. Oggi è editore e responsabile di redazione del Mensile “Smart Marketing”.

LEAVE A REPLY

Login with:
Powered by Sociable!