Contenuto sponsorizzato – In un anno fuori da ogni previsione possibile, l’ecosistema startup ne sta uscendo più forte.  Non solo sono aumentati gli investimenti in startup a livello mondiale – parliamo di più di 300 miliardi di euro investiti -, ma anche il numero di nuove startup innovative costituite.

Così, di pari passo, crescono speranza e fiducia anche nel nostro Paese, che negli ultimi 5 anni ha registrato una crescita costante del numero di nuove startup costituite.

Con il crescere delle startup, per queste ultime aumenta la difficoltà ad emergere sul mercato e a farsi notare da potenziali investitori o da imprese interessate ad avviare progetti di co-innovazione. Per questo motivo diventa cruciale investire tempo e risorse nel marketing e nella comunicazione con l’ambizione di acquisire un posizionamento distintivo e una voce riconoscibile sul mercato.

Branding distintivo e comunicazione coerente: gli indispensabili di una startup che vuole emergere

Il marketing e la comunicazione sono materie tanto vaste quanto complesse per chi non le approccia da addetto ai lavori, ma vediamo quali sono le basi a cui nessuna startup può rinunciare per farsi notare rispetto alla concorrenza.

Conoscersi e riconoscersi in ciò che si fa

Ogni startupper deve conoscere i punti di forza e di debolezza della propria idea, che poi nel tempo possono migliorare oppure cambiare. Il consiglio qui è di avere sempre prima consapevolezza di sé, poi del prodotto, del servizio e della soluzione offerti, sforzandosi di avere un’idea unica e coerente.

Trovare la propria Unique Selling Proposition

La USP è ciò che rende unica ciascuna proposta rispetto a tutte le altre.

Come fa un prodotto o servizio a distinguersi da un altro in apparenza identico? Un prodotto/servizio unico ha un design, una qualità, una personalità o una funzionalità che lo caratterizza e che non si trova in nessun’altra proposta. Alla base ha una promessa di marca sincera che vive nella mente del cliente acquisito e che al tempo stesso rappresenta il bisogno del consumatore che dovrà essere soddisfatto.

Sintetizzare la propria identità, le proprie idee e i propri valori in qualcosa di tangibile

Un logo non deve solo essere esteticamente gradevole, ma deve rappresentare ciò che si è, deve essere credibile in termini di comunicazione e deve riflettere la propria offerta. Può e spesso deve essere descrittivo, evocativo e originale.

Insieme al logo, del quale è l’equivalente testuale, il payoff deve costruire una sintesi coerente, efficace e spendibile dell’immagine ideale.

Utilizzare una strategia per comunicare

Dopo aver lavorato sulla personalità del brand è necessario impostare una strategia corretta per comunicare verso l’esterno valori, attività, servizi e prodotti offerti.

Per questo è necessario redigere un piano editoriale multicanale, organizzando la produzione e la pubblicazione dei contenuti a seconda degli obiettivi che ci si è posti.

La strategia è da rivedere periodicamente in base ai risultati ottenuti.

Una brand identity efficace serve all’azienda, non solo al marketing

È sulla base di questi principi che Cosmo Design Studio di Torino ha lavorato al ripensamento dell’identità visiva di Seedble, un tempo startup, oggi una delle prime aziende in Italia a intraprendere il percorso per diventare organizzazione esponenziale.

Il nuovo logo vuole allineare le ambizioni attuali e accompagnare l’evoluzione in atto, valorizzando l’impegno e la passione che nutrono Seedble.

Il nuovo logo Seedble realizzato da Cosmo Design Studio

Lo studio di Torino, dopo un lungo processo di analisi e progettazione strategica con i Seedbler, ha deciso di collegare il nuovo marchio a quello del passato. Si è partiti così dal fagiolo per sintetizzarlo in un punto: che non è solo un seme ma anche un punto di partenza in grado di attivare innovazione e cambiamento. Rimanda anche al processo di convergenza – riassunto dai Seedbler con l’espressione “connecting dots” – indicando quella capacità di contaminarsi e collaborare che è centrale nella loro cultura organizzativa, secondo la quale ogni membro del team può e deve contribuire con le proprie idee, intuizioni, competenze e prospettive per elaborare soluzioni o sviluppare progetti.

In continuità anche la palette cromatica: si è mantenuto il verde acquamarina che rimanda alla professionalità e alla tenacia. Il colore bandiera è stato accompagnato da un grigio scuro usato poi per gestire l’intera identità.

Il payoff è diventato “Democratizing Innovation”, il nuovo MTP (Massive Transformative Purpose) di Seedble, una guida onnipresente per ricordare l’importanza di rendere accessibile l’innovazione a tutti.

Coalescence Innovation

Un sito web accessibile e profondo per raccontare l’ecosistema aziendale

Il nuovo portale è dark, innovativo e molto strutturato. Garantisce all’utente una duplice esperienza di navigazione: se già conosce la realtà può raggiungere facilmente le pagine di suo interesse, se invece ha appena scoperto questo mondo può esplorarlo in modo più approfondito.

Queste sono alcune delle strategie messe in campo da Cosmo per Seedble per portare a termine un rebranding importante e far emergere tutto il valore creato in questi 7 anni di attività. Se vuoi ricevere altri suggerimenti segui su Instagram @cosmodesignstudio e @seedble e su Linkedin Cosmo Design Studio e Seedble.

Ti è piaciuto? Cosa ne pensi? Faccelo sapere nei commenti. Rispondiamo sempre.

SmakNews_Smart_Marketing_logo_SResta aggiornato sulle nostre pubblicazioni e sulle ultime novità dal mondo del marketing e della comunicazione.

Qui, se vuoi, puoi consultare la nostra Privacy Policy

image_pdfimage_print

LEAVE A REPLY

Login with:
Powered by Sociable!