Cos’è l’amore?

In realtà, non ne esiste una reale definizione perché si tratta di una esperienza talmente personale, che si differenzia per ciascuno e l’unica cosa che accomuna tutti sta nel suo bisogno e nel suo desiderio. L’amore non è, ma si vive e come cita un proverbio inglese “fa girare il mondo” e se lo vediamo da un punto di vista di marketing, fa girare anche l’economia.

Ottenere più vendite prevede sicuramente delle buone azioni di marketing e ottime strategie ma a nulla servono se non si “vende” con il cuore. Capire cosa c’è nella testa e nel cuore delle persone, accettarne i bisogni, stimolarli, significa entrare in sintonia raccogliendo emozioni, le stesse che ci colpiscono mentre guardiamo una campagna pubblicitaria. Lo spot ci piace se ci emoziona, se ci coinvolge, se ci fa immedesimare a tal punto da comprendere che quell’oggetto deve far parte della nostra vita, perché ne troviamo una qualche necessità, compiendo una scelta: l’acquisto.

Dietro l’oggetto desiderato in realtà si cela il bisogno, il desiderio ma spesso è molto di più: è il sogno.

Regalare un sogno è possibile se si riescono a toccare quelle leve giuste, capaci di generare emozioni. I mezzi a disposizione sono diversi, a partire dai tanti canali disponibili che sfruttano le diverse tecniche di coinvolgimento, tra le più innovative esistenti.

La vera chiave di lettura è far vivere una esperienza: sia essa sensoriale (sense experience), fatta di emozioni e sentimenti (feel experience), di pensieri stimolanti (think experience) e di azioni (act experience) utili a raggiungere lo scopo.

Poiché l’amore è un sentimento che appartiene ad ogni persona e quindi a ciascun cliente, che dovrebbe essere al centro di qualsiasi strategia e obiettivo di vendita, dovrebbe prevedere nel suo “disegno” ampio spazio al suo ascolto e alla sua comprensione, coltivando quella caratteristica che è l’empatia, che come l’amore non dovrebbe avere limiti e andare oltre ogni confine.

Il consumatore ha bisogno dell’amore, dei piccoli gesti e delle piccole cose, e quando chi ascolta riesce a percepire le sue necessità e tenta di realizzare quanto di più vicino al suo pensiero, rendendolo maggiormente rispondente, ma soprattutto più personale e quindi facilmente acquistabile, smuove le corde giuste.

Scopri il nuovo numero: “Le 4 Virtù cardinali del Marketing”

Pazienza, Perseveranza, Sostenibilità e Gentilezza, sono le 4 virtù cardinali del marketing che vi proponiamo. In un mondo dominato dalla tecnica e dalla velocità, queste virtù ci permettono di non sbagliare la rotta (o magari di ritrovarla se smarrita) e di indirizzare correttamente le nostre azioni.

Quando ce l’hai difronte, fermati e ascolta il tuo cliente, spesso ha semplicemente il desiderio di parlare con te di sé, di aprirsi a te, di raccontarti ciò che vorrebbe; riuscire ad entrare in sintonia in questo momento magico permetterebbe maggiore accoglienza, maggiore ascolto ma soprattutto creerebbe la magia della differenziazione che porta il cuore a scegliere lì, dove c’è più amore.

Molto spesso l’errore che molti brand e aziende commettono nello strutturare una strategia di comunicazione e di marketing è il non pensare al proprio target e ai propri clienti come persone, con interessi ben specifici, esigenze proprie e bisogni da soddisfare, rischiando di focalizzarsi troppo sul proprio prodotto dimenticandosi di concentrarsi su chi, invece, dovrà comprarlo e soprattutto sul perché dovrebbe farlo.

Le regole per “farlo innamorare” sono semplici e possono sembrare anche banali ma in realtà sono profonde e ricche di significato che se pur scontato, ma complesse e non per tutti.

Partiamo dall’ascolto del cliente, la regola d’oro; corteggiandolo nel modo più corretto offrendogli ciò di cui ha più bisogno captando e conoscendo le sue abitudini più comuni, creando interesse nei vostri riguardi. Una volta che sarete riusciti ad attirare la sua attenzione, fate in modo che si fidi di voi, colpendolo attraverso una comunicazione mirata e specifica, come se stesse parlando esclusivamente a lui e a nessun altro. Una volta che il gioco di seduzione è completato va preparata la giusta atmosfera fatta dei canali giusti per cavalcare l’onda delle emozioni: un sito ben fatto, una comunicazione ingaggiante, una vetrina accattivante, servizi utili, essere sempre sul pezzo e sapersi differenziare, per dare l’impressione continua che sia stata fatta la scelta giusta: voi e nessun altro, migliore di voi!

Ma è qui che comincia bello, quando sembra che il più è fatto, che la scintilla sia scattata, è proprio adesso che il gioco si fa duro, l’innamoramento può essere passeggero ma la relazione, quella se basata su solide basi è duratura nel tempo e può essere per sempre.

Qui entra in gioco la parte più romantica dell’amore ma anche la più tenace: la PERSEVERANZA!

Rendere partecipe il cliente, farlo diventare protagonista ma allo stesso tempo al centro di ogni iniziativa e attività lo farà sentire speciale. Se vi ha detto si, quel “matrimonio” va continuamente coltivato con proposte accattivanti, promozioni, offerte speciali che gli faranno capire quanto ci tenete, senza mai smettere di sussurrare loro il vostro interesse.

Mai commettere l’errore di sottovalutare e di pensare che si può essere “fedeli” sempre, per far si che ciò avvenga la fiamma della passione non deve mai essere placata mantenendo continuamente alta l’attenzione con messaggi consueti, ricordi continui, e dimostrazioni frequenti di attenzione, per rafforzare la relazione

L’amore è perseveranza perché dal seme cresce il frutto, solo quando con perseveranza lo si accudisce giorno dopo giorno, con attenzione e sentimento. La voglia di perseverare è spesso la differenza tra il fallimento e il successo perché è l’ingrediente nascosto che da sapore e senso a ciò che sarà.

Non si può fare a meno della perseveranza, strettamente connessa alla pazienza e alla gentilezza nell’idea più elevata dell’amore, virtù che concatenate l’una con le altre, permettono di fare breccia nei cuori e migliorano la vita.

Se non provi amore, non amerai le cose che fai. Sarai anche bravo a farle, ma le farai con cinismo. L’amore più forte che puoi provare è perseverare nell’atto stesso di amare con passione, con trasporto con quella scintilla che dall’altro lato si sente forte come un cazzotto nello stomaco, arriva dentro, appare, fa innamorare e lascia il segno!

Per Amore non c’è ostacolo di pietra, e ciò che Amore può fare, Amore tenta.
(William Shakespeare)

Ti è piaciuto? Cosa ne pensi? Faccelo sapere nei commenti. Rispondiamo sempre.

SmakNews_Smart_Marketing_logo_SResta aggiornato sulle nostre pubblicazioni e sulle ultime novità dal mondo del marketing e della comunicazione.

Qui, se vuoi, puoi consultare la nostra Privacy Policy

image_pdfimage_print

LEAVE A REPLY

Login with:
Powered by Sociable!