L’ora legale – Il Film

0
102

Ficarra & Picone e la commedia “intelligente”.

 

“L’ora legale”, settima fatica del duo composto da Ficarra & Picone, è uno dei film comici più intelligenti degli ultimi vent’anni. Resterà questo film, resterà fra venti/trenta/quarant’anni, come documento storico-politico dell’Italia di inizio XXI secolo. Resterà come è rimasta la migliore commedia all’italiana del secolo scorso. Resterà perché finalmente qualcuno ha avuto il coraggio di parlare della nostra realtà, ovviamente deformata attraverso una sguardo esilarante. Resterà perché il duo osa un finale amaro, profeticamente realista, come fossimo in una delle commedie all’italiana, di Sordi, di Gassman e perché no, anche di Franco Franchi & Ciccio Ingrassia.ficarra e picone- l'ora legale 2

E come somigliano alla celebre coppia, così tanto rivalutata al giorno d’oggi, e non somigliano solo per la chiara comunanza geografica. Ficarra & Picone affondano le loro radici nell’humus culturale dei pupi siciliani, della Sicilia borbonica ottocentesca, dello sberleffo verso il potere, e la arricchiscono con annotazioni comiche e sociologiche adattate ai tempi moderni. La grazie e la finezza comica sono state sempre loro prerogative, ma ne “L’ora legale”, a tutto ciò si aggiunge la capacità di raccontare abitudini e modi di essere collettivi del popolo italiano.

Così facendo allargano lo sguardo sulla descrizione di un’intera comunità, dei suoi vizi e dei suoi tanti difetti, lontano anni luce ( in meglio ) rispetto alla favola buonista, meccanica e ripetitiva di un Siani a corto di idee. E la maniera in cui Ficarra & Picone si utilizzano è straordinaria e dimostra che dietro alla coppia, c’è una solida cultura comica, intelligente, raffinata, popolare. I due sono un corpo estraneo vagamente surreale, capaci di scardinare la logica lineare della narrazione, e difatti danno tanto spazio ai caratteristi di turno, come Antonio Catania e Sergio Friscia, squinternati vigili di provincia. Riescono dunque a sbozzare tante figurine deliziose, come si faceva nella “grande” commedia all’italiana dei vari Sordi, Manfredi, Gassman…Che delizia, perché reale, il microcosmo de “L’ora legale”, amaro, amarissimo, pieno di ipocrisie, di false amicizie, di egoismo.

Un trattato sociologico di estrema efficacia, che si pone una domanda importante: che Paese vogliamo essere? Siamo davvero pronti per un mondo dove le regole vengono rispettate da tutti, noi compresi? E ancora, per citare una battuta del film: l’Italia, l’onestà, se la può permettere? L’ora legale resterà in ogni caso un documento del momento storico-politico che stiamo attraversando, sospeso tra paura e speranza, tra la curiosità e il timore di scoprire qual è Italia che ci meritiamo davvero. Dalla sala si esce soddisfatti, per aver visto un “vero” film comico, come si facevano una volta, ma si esce anche con l’amaro in bocca, perché è un film che fa riflettere se siamo davvero così. Un film che merita 4 stelle su scala di 5, perché quando la comicità non è banale, sfonda, eccome se sfonda, rasentando il capolavoro.

E ci fa capire una cosa: che le favole ridanciane e fine a se stessi dei cinepanettoni, stanno incominciando a segnare il tempo, e che il film comico quando è intelligente ha una carica magnetica più efficace di un film drammatico, nell’ambito puramente sociologico. Certo, Ficarra & Picone procedono sulla falsariga della maschera di Checco Zalone, ma la arricchiscono con più qualità, meno volgarità e meno parolacce. La coppia non ha mai steccato al cinema, perché ha buone idee, ha un ottimo affiatamento, diverte con stile, ma questa volta ha davvero trovato la strada giusta, per affiancare alla classica comicità all’italiana, l’ambizione di una commedia di costume.ficarra e picone- l'ora legale 1

Ci sono arrivati per tappe, in progressione, con grande “intelligenza”, quella che manca a molti autori italiani. E gli incassi, volano, volano, a sfondare il muro dei 10 milioni di euro, dopo soltanto 10 gg di programmazione. E hanno compiuto un altro miracolo, quello di mettere d’accordo pubblico e critica, praticamente all’unisono. Può sembrare banale, eppure storicamente qui da noi, non è quasi mai stato così.

image_pdfimage_print

LEAVE A REPLY

Login with:
Powered by Sociable!