Il segreto per raggiungere degli obiettivi, dei traguardi, nella vita come nel lavoro, è uno ed uno solo: iniziare!
Dietro quella che potrebbe essere definita una tra le più grande banalità di tutti i tempi, si cela al contempo una tra le problematiche più grandi che si frappongono tra noi e i nostri obiettivi: le nostre paranoie.

Non so voi, ma io, per questo motivo, mi sono fatto scappare sotto mano un sacco di treni. C’è stato un lungo periodo della mia vita nella quale il mio più grande limite ero proprio io e le mie paranoie.
Ero sostanzialmente passivo, non prendevo mai davvero di petto quello che mi capitava e, cosa più importante, non inseguivo i miei sogni. O meglio non sognavo, perché ero troppo occupato a trovare giustificazioni alla mia inerzia e alle tante paranoie che mi facevo.
La paura del no, del rifiuto, il sentirsi non all’altezza, erano più forti della voglia di fare, di provare, di cambiare. Mi dicevo: ma sì, tanto va bene così. O quando vedevo che qualcuno che conoscevo stava facendo quello che intimamente avrei voluto fare anch’io, invece di farmi ispirare da quel qualcuno e dalla sua storia, dicevo: ma sì, è tutta fortuna. 

Che poi, si sa, detto tra noi, come disse Jean Cocteau: “Certo che la fortuna esiste. Altrimenti come potremmo spiegare il successo degli altri?”

Stupidamente per paura di non farcela, per paura di non essere all’altezza e per paura di non essere portato per qualcosa, preferivo direttamente averne la certezza non provandoci nemmeno e rimanendo fermo alla mia posizione di partenza. Proprio bravo, eh?!

Poi ho capito il segreto di cui vi parlavo pocanzi: iniziare. E così ho fatto.
Ho capito che iniziando a fare avrei dato a me stesso la possibilità di raggiungere quello che desideravo. Anche piccole cose. Ho capito che iniziando a fare avrei avuto davanti a me la possibilità di crescere. Sia se ci fossi riuscito e sia se così non fosse stato. Avrei avuto la possibilità di capire cosa era andato storto e lavorare su me stesso per migliorare.
Ho sostanzialmente sostituito il tempo e le energie che dedicavo con parsimonia a far crescere le mie paranoie, con la bellezza e la forza di credere in me stesso e di raggiungere i miei obiettivi.

Il risultato?
Oggi sono certo che nulla mi è precluso e che tutto può essere raggiunto, con tenacia, volontà e tempi adeguati.

Non si può pensare, ad esempio, di diventare medico se non si mette in conto che ci vorranno almeno dieci anni di studio.

Siamo tutti d’accordo, no?

E sono convinto che ognuno di noi possa realmente raggiungere i propri traguardi se smette di aver paura, di farsi troppe paranoie. D’altronde, come disse Paulo Coelho: “Soltanto una cosa rende impossibile un sogno: la paura di fallire”.
E io, per chiudere il cerchio, aggiungerei anche la paura di iniziare!

image_pdfimage_print

LEAVE A REPLY

Login with:
Powered by Sociable!