La Copertina d’Artista – Back to the Future


Un scheletro di cemento emerge attraverso le trasparenza di un velo, il punto di vista è simmetrico, squadrato, lineare, il nostro sguardo viene indirizzato al centro di questa costruzione da una strada sterrata che conduce fino all’ingresso. È una foto strana e perturbante quella che fa da copertina al nostro numero di gennaio; l’artista, al secolo Federica Gonnelli (classe 1981), gioca con i nostri sensi e ci offre un’immagine stratificata che confonde il nostro sguardo e ci costringe a guardare con più attenzione ed intensità.

"Back to the Future 2019-1920", è il titolo dell'opera della Copertina d'Artista di questo numero, realizzata da Federica Gonnelli.
“Back to the Future 2019-1920″, è il titolo dell’opera della Copertina d’Artista di questo numero, realizzata da Federica Gonnelli.

L’immagine allora, dopo questa immersione, ci sembra composita, densa, multiforme, sembra quasi che l’artista abbia utilizzato due fotografie, forse tre, o abbia utilizzato una doppia esposizione sulla pellicola, e qui il pensiero va agli splendidi esperimenti del regista espressionista francese Abel Gance, culminati nel capolavoro Napoléon, del 1927. Come il regista francese, anche Federica Gonnelli, sovrappone le immagini e, quindi, le storie e le possibili interpretazioni.

“CONFINI”, particolare.
“CONFINI”, particolare.

Allora l’immagine potrebbe essere una rivisitazione della celebre foto che ritrae l’ingresso al campo di concentramento nazista di Auschwitz, con i binari della ferrovia che giungono fino all’ingresso, possibile omaggio dell’artista al mese della memoria. Oppure, spingendo ancora più in là la nostra interpretazione, il rudere di cemento protagonista della foto rappresenta l’ennesimo scempio urbanistico che deturpa il nostro paesaggio, ormai brullo e secco. O, forse, la costruzione è un confine, l’ultimo muro edificato ad argine di una strada che conduce altrove, un muro forato, permeabile, che ben si presta ad essere attraversato da un’umanità sconfitta ed in fuga dalla miseria.

L'Artista di questo numero, Federica Gonnelli.
L’Artista di questo numero, Federica Gonnelli.

Sia quello che sia, l’immagine, anzi le immagini della Gonnelli non ci lasciano indifferenti e ci esortano a prestare attenzione, suggerimento quanto mai opportuno in un mondo dove, costantemente, siamo immersi in un flusso caotico, confusionale e senza soluzione di continuità di immagini, segni e simboli dai quali siamo solo assuefatti, irretiti e dipendenti, proprio come i drogati.

Scopri il numero dedicato al marketing della nostalgia:

Federica Gonnelli nasce a Firenze, dove frequenta il Liceo Artistico e l’Accademia di Belle Arti. Vive e lavora tra Firenze e Prato, dove dal giugno 2011 ha aperto lo studio “InCUBOAzione”. Dal 2001 partecipa a mostre personali, collettive e concorsi. Dal 2015 partecipa a residenze d’artista, pratica che ha acquisito una particolare importanza per la sua crescita personale e artistica.

“TESI TRA LE ATTESE” STUDIO-38 Contemporary Art Gallery, Pistoia.
“TESI TRA LE ATTESE” STUDIO-38 Contemporary Art Gallery, Pistoia.

Ultime mostre:

2018

“LE MONTAGNE DA LONTANO SONO COLOR INDACO”, personale, Studio Ciccone, Firenze;

Open studio, “LA TEORIA DEI BISOGNI”, InCUBOAzione, Prato, evento organizzato in occasione della 14a Giornata del Contemporaneo;

Residenza e personale “2° Piano Art Residence”, Z.N.S. Via Murat Art Container e Museo Narracentro, Palagiano (TA);

“68/Revolution. Memorie, Nostalgie, Oblii”, Pinacoteca Comunale Carlo Contini, Oristano;

“OfficinARS IN FIERI”, Museo Storico Archeologico, Nola, (NA), a cura di Associazione Villa Sistemi Reggiana;

“LIQUIDA”, “PALAZZI D’ARTE”, personale, Palazzo Rossi Cassigoli, Pistoia, a cura di Ilaria Magni e STUDIO 38 Contemporary Art Gallery;

“ARTEAM CUP 2018”, Fondazione Dino Zoli, Forlì, a cura di Arteam;

"CONFINI" “2° Piano Art Residence”, Z.N.S. Via Murat Art Container e Museo Narracentro, Palagiano (TA).
“CONFINI” “2° Piano Art Residence”, Z.N.S. Via Murat Art Container e Museo Narracentro, Palagiano (TA).

“1st CLASS ARTERY 01 #WUNDERKAMMER02”, Parco Paradiso, Lugano, (CH);

Residenza e collettiva, “TERRAĒ”, Museo Mae, Zumpano, (CS);

“TESI – TRA LE ATTESE”, personale, STUDIO 38 Contemporary Art Gallery, Pistoia;

“TESI – TRA LE ATTESE”, “SETUP CONTEMPORARY ART FAIR”, personale, STUDIO 38 Contemporary Art Gallery, Bologna.

Per informazioni e per contattare l’artista Federica Gonnelli:

www.federicagonnelli.it

info@federicagonnelli.it

Studio “InCuboAzione” Via Delle Fonti 480, Santa Maria a Colonica, Prato.

Ricordiamo ai nostri lettori ed agli artisti interessati che è possibile candidarsi alla selezione della quinta edizione di questa interessante iniziativa scrivendo ed inviando un portfolio alla nostra redazione: redazione@smarknews.it