L’Italia è uno dei principali Paesi che a livello mondiale guida per quanto riguarda stile, mode e trend. Siamo ancora il primo Paese del settore lusso con 24 aziende, i cui 2/3 operano nei segmenti di abbigliamento e accessori*.

Il made in Italy cresce grazie soprattutto al lusso. I marchi italiani come Gucci, Prada, Armani e Fendi si confermano in crescita nella consueta classifica BrandZ Top 30 Most Valuable Italian Brands 2019 stilata da WPP e Kantar, società di consulenza e marketing data, sui marchi italiani più forti. Dalla classifica emerge che è il lusso a trionfare con i brand del settore arrivati a crescere del 14% negli ultimi 12 mesi raggiungendo quota 96,9 miliardi di dollari. In testa troviamo Gucci tra i 30 maggiori marchi tricolore.**

Scopri il nuovo numero: Moda in Italy

Gucci è uno dei marchi di lusso più conosciuti e influenti del mondo, autentico punto di riferimento internazionale nel settore della moda, la Maison è nota per le sue creazioni eclettiche e contemporanee espressione dell’eccellenza artigianale italiana, insuperabili in termini di qualità, cura dei dettagli e design innovativo, creazioni esportate in tutto il mondo. C’è chi desidera il lusso di avere un “Gucci” in ogni dove, una borsa o un foulard della nota casa di moda identificano spesso uno status, al quale si vuole appartenere. Entrare in un Gucci Store è l’emblema della classe, della ricchezza, della bellezza.

gucci-2-min

C’è, però, un negozio di Gucci al mondo davvero particolare, la ricchezza, la classe, la bellezza non è nelle sue vetrine ma nelle sue persone. Non è il Gucci come noi “occidentali” lo conosciamo, non è il grande brand tricolore ma un qualcosa di speciale. Ci si accede con i piedi nella sabbia, la sua entrata è sul mare, non ha vetrine luccicanti ma vi è tanta bellezza. All’interno non puoi comprare costosissime borse, scarpe o sciarpe, ma puoi trovare gioielli di perline e quadri colorati, la sua porta è sempre aperta e il suo “padrone di casa” in un quasi perfetto italiano ti invita ad entrare, a curiosare, ad acquistare: “Vieni a visitare il mio negozio, vieni da Gucci, ho tante cose belle, da me puoi trovare di tutto. Sono il più Trendy della zona, come da Gucci non puoi comprare altrove”.

Una volta entrati nella sua capanna il mondo si ferma…si viene trasportati in un’altra dimensione fatta di semplicità e di lusso e lo sfarzo del cartello del “negozio” scompaiono … e scompare tutto il resto.

Ci si ritrova ad un certo punto a guardare il mare che nelle sue mille tonalità riflette il cielo, la bassa marea mostra scenari unici, conchiglie, stelle marine, ricci di mare si mostrano all’occhio umano e non puoi che apprezzare la natura nella sua immensa bellezza e spettacolarità. Sei in un paradiso di un altro continente, sei in Africa, sei a Zanzibar e gli abitanti del posto parlano italiano e hanno boutique sulla spiaggia con brand italiani e allora capisci che il Made in Italy è un’idea che piace, è un’identità di un Paese che oltreoceano è amato, senza conoscerlo realmente, desiderato, idolatrato.

La lunga lingua di sabbia bianca sembra un “corso” magico dove passeggiare, sono diversi i “negozi” che si alternano da Dolce e Gabbana, ai centri commerciali all’Esselunga, e l’invito è sempre quello di entrare, curiosare, portare a casa un ricordo di un’Isola di colori, sapori, profumi e persone che amano l’Italia e gli italiani.

Il Made In Italy riconosciuto in tutto il mondo, idolatrato e sognato.

Mentre li ascolti parlare, mentre ti chiedono parole nuove da imparare perché amano la tua lingua il pensiero è uno e uno soltanto: sono più gli altri ad apprezzare la nostra terra che noi, è un dato di fatto e fa tristezza.

* Fonte: Global powers of luxury goods, Deloitte
** Wall Street Italia 

Ti è piaciuto? Cosa ne pensi? Faccelo sapere nei commenti. Rispondiamo sempre. 

Resta aggiornato sulle nostre pubblicazioni e sulle ultime novità dal mondo del marketing e della comunicazione.

Stai tranquillo, anche noi odiamo lo spam!
Da noi riceverai SOLO UNA EMAIL AL MESE, in concomitanza con l’uscita del nuovo numero del mensile.

Qui, se vuoi, puoi consultare la nostra Privacy Policy

image_pdfimage_print

LEAVE A REPLY

Login with:
Powered by Sociable!