Quanti di noi oggi sono disposti a spendere per prodotti di lusso?  Provate a fare questa domanda ai Millennials del nostro paese e probabilmente vi risponderanno che non è tra le loro priorità, che mai spenderebbero soldi inutilmente o somme esagerate senza motivo. Provate poi a guardare gli scontrini del loro shopping e capirete che il punto non è l’acquisto low-cost, ma l’attenzione su cosa si acquista.  Il lusso oggi ha sfaccettature molteplici e non si riduce alla sola marca o al logo irrinunciabile e ben visibile su borse, maglie e scarpe. Dopo il 2000  il lusso è un’altra cosa. I consumatori sono cambiati rispetto al passato, il concetto stesso di superfluo è ben diverso da quello di un tempo e anche nell’ostentazione variano molto le dinamiche.

Già l’etimologia della parola lusso la dice lunga: Sapevate che ha origine latina e deriva da lux, ovvero luce, splendore? I cosiddetti prodotti di lusso, dunque, sarebbero quelli in grado di farci risplendere, spiccare, distinguerci. Ecco perché quando ci riferiamo ai prodotti di lusso spesso parliamo anche di status symbol; prodotti in grado di evidenziare una determinata posizione sociale ed economica. Una posizione sociale alta ovviamente; una grande capacità di spesa, che permette di acquistare prodotti costosi.

Quando parliamo di lusso, dunque, pensiamo a costi alti. Ammettiamolo: è la prima associazione che ci viene in mente. Tanto da utilizzare, oggi, la parola lusso spesso con accezione quasi negativa.

Ma siamo certi che si tratti solo di prezzo?
Di certo una borsa da 1.000 euro oltre ad essere bella, disegnata dai migliori stilisti, e –  si spera – realizzata con i migliori materiali, dà informazioni su chi la indossa, presenta chi la possiede. Ma oggi, in un periodo economico decisamente poco florido, chi vuole davvero presentarsi come una persona che spende una cifra esagerata per una semplice borsa o per qualcosa di assolutamente superfluo? La stessa persona, però, probabilmente sarebbe disposta a spendere una cifra abbastanza alta per un prodotto fatto a mano, o con materiali ricercati, creativi e innovativi, o ancora ecologici ed eco-sostenibili. Una prezzo magari esagerato considerando il prodotto stesso, ma che è giustificato da altre motivazioni, da una selezione attenta e non da una semplice marca da ostentare.Handmade - Il lusso può essere accessibile: viaggio nel nuovo lusso

Il nuovo lusso, quello che attrae i consumatori di oggi è un lusso più accessibile ma soprattutto più attento. Un’attenzione ai materiali, al senso etico delle aziende, alla personalizzazione e all’unicità. Un lusso fatto di sperimentazioni, di prodotti unici. Un lusso meno guidato dall’istinto, che gravita intorno ad acquisti più ragionati e meno voluttuari, non necessariamente da ostentare, o meglio da ostentare per ragioni diverse. Prodotti capaci di differenziare e dare luce e splendore non solo per un nome, ma per come sono fatti, pensati o venduti. Un lusso meno “da passerella” e più da negozio di nicchia. Un lusso moderno, più intelligente e soddisfacente.

image_pdfimage_print

LEAVE A REPLY

Login with:
Powered by Sociable!