Per questo numero sul design ho deciso di parlare della piattaforma Archipassport, il network internazionale del design e dell’architettura, nato per aiutare i professionisti del settore ad orientarsi in questo mondo. In questo contesto si inserisce Archiproducts, il più grande archivio internazionale di prodotti legati a questo universo in continua espansione. Un’esposizione virtuale permanente, nata nel 2009, divenuta ormai punto di riferimento per la pubblicazione di cataloghi, non solo immagini e descrizioni di prodotti, ma anche prodotti già inseriti all’interno di progetti. Per parlare di questo progetto ho intervistato l’architetto Simonetta Salinari, team leader del catalogo online.

Foto  Archiproducts.
Foto Archiproducts.

DOMANDA: Parlaci delle motivazioni alla base della nascita di Archiproducts.

RISPOSTA: Quest’anno Archiproducts (www.archiproducts.com) compie 10 anni e per me, che vi lavoro fin dalla sua nascita, poterne parlare è un po’ come festeggiarne il compleanno ripercorrendo un po’ il percorso fatto insieme. E’ necessario però premettere un po’ di storia. Son 10 anni che la piattaforma Archiproducts, il catalogo online internazionale dei prodotti del design, che contempla e ingloba anche prodotti di edilizia e architettura, è ormai una consolidata realtà quale database completo per il mondo della progettazione. Il vero punto di partenza, però, è Edilportale, il portale dell’edilizia italiano nato nel 1999, dall’idea pionieristica di quattro neolaureati in Ingegneria edile, che hanno immaginato in maniera innovativa il futuro della comunicazione del mondo delle costruzioni e delle relative discipline tecniche, scommettendo, in tempi non sospetti e addirittura prima della nascita di Google, su una comunicazione di tipo digitale. I 4 soci fondatori – Ferdinando Napoli, Vincenzo Maiorano, Maurizio Alfieri e Marilde Longo – hanno immaginato quindi un marketplace dell’edilizia con Edilportale.com, primo portale del network, da cui prende il nome anche la società per azioni a cui afferiscono tutte le realtà di Archipassport e per cui io stessa lavoro ormai da 15 anni. Plusvalore dell’azienda pugliese è un mood unico, riconosciuto anche dai clienti, al contempo molto professionale ma anche smart, accogliente e versatile. Edilportale è subito divenuto punto di riferimento imprescindibile per i professionisti italiani del settore edilizia e costruzioni. Dopo qualche anno, nel 2005, si è reso necessario differenziare dei contenuti per un target più specifico, cioè il mondo italiano dell’architettura e del design, con Archiportale (www.archiportale.com), primo punto di svolta, quale magazine online di architettura e design, con aggiornamenti su avvenimenti, eventi, concorsi, fiere, mostre e curiosità in architettura. Così finalmente nel 2009 è arrivato Archiproducts, “esposizione virtuale permanente” dell’architettura e del design, piattaforma internazionale nata dall’Archivio Prodotti di Edilportale e Archiportale e riferimento di tutti i portali del network per la pubblicazione dei cataloghi prodotti. Si rispondeva quindi al contempo sia alla necessità di trasferire su un portale dedicato il solo mondo ‘catalogo prodotti’, ormai cresciuto esponenzialmente, sia alla volontà di internazionalizzare il business iniziale, con un database in continua espansione in ben 11 lingue, così permettendo alle aziende italiane di ammiccare a nuovi mercati internazionali e, allo stesso tempo, accogliere in un ambiente multilingue le potenziali aziende estere interessate al già fidelizzato mercato italiano. Archiproducts fin dall’inizio ha parlato la lingua del design, settore ultimo ma tutt’altro che marginale tra le fila del network, facendosi spazio nel panorama internazionale e oggi con oltre 200.000 prodotti, brand e designer sempre a disposizione su tutti i dispositivi: desktop, mobile e app, ovviamente gratuiti.

Foto  Archiproducts.
Foto Archiproducts.

Non è un mistero che il Made in Italy abbia proprio nel design e nell’arredo il suo punto di forza e il suo business più remunerativo, interessante sul panorama mondiale anche più della moda. Per tale motivo Archiproducts è diventato ben presto il protagonista e il motore trainante dell’intero network, dove si compiono le azioni più importanti e le sperimentazioni più innovative della comunicazione del network di Edilportale.com Spa. Archiproducts è una fiera virtuale che digitalizza e mostra online le stesse fiere ‘fisiche’ in giro per il mondo, fino ad essere alla base di alcuni importanti cataloghi online ormai ‘powered by Archiproducts’, compreso quello del Salone del Mobile di Milano. Oltre ad offrire ai progettisti e alle aziende un portale dedicato al Building Information Modeling: bim.archiproducts.com.

D: Archipassport è una community molto attiva sul web, c’è una forte presenza su diversi social network con numeri in costante aumento anche in paesi esteri. Quali sono i motivi di questo successo e il valore aggiunto di questo progetto?

R: La vocazione all’internazionalizzazione dei servizi del network ha portato nel 2011 alla nascita anche di Archilovers (www.archilovers.com) un database di progetti e progettisti, nonché dei loro blog riguardanti la progettazione nel campo dell’architettura e del design, il tutto ‘social oriented’, concepito cioè come un vero e proprio ‘social network’ in cui tutte queste informazioni potessero divenire motivo di dialogo e di scambio tra realtà anche lontane, con – assoluta novità! – il tagging di prodotti su progetti esistenti nel database, come solo Facebook all’epoca aveva fatto: non più solo quindi cataloghi prodotto, ma prodotti ambientati nei progetti. Archilovers.com nasce come un mix tra Facebook e LinkedIn, pensato per gli architetti, i designer e dedicato ai progetti, dove creare il proprio profilo professionale o dello studio di progettazione o della propria azienda, su cui postare progetti, contenuti multimediali, commenti e foto. Inevitabilmente Archiproducts ha iniziato praticamente subito a fare comunicazione attraverso i social, tanto che ad oggi vi è una sezione dell’azienda dedicata al social media marketing del nostro network, con persone che lavorano esclusivamente sulla preparazione accurata di contenuti, che parlano ad un pubblico internazionale, in un mondo in rapidissima e imprevedibile evoluzione, con ormai un’ottima capacità di comunicazione e di engagement per tutti i portali del network. Il valore aggiunto? I servizi del network godono di una circolarità tra prodotto, designer, produttore, notizie della stessa azienda e suoi eventi, fino ai progetti referenti e ai loro progettisti che quel prodotto hanno utilizzato, collegando tutti gli strumenti e le informazioni sul prodotto alle pagine di Archilovers, in maniera organica, proprio come immaginato fin dall’inizio e massimizzando questa circolarità. E’ proprio quest’ottica social e interattiva a farne un catalogo prodotti che guarda oltre!

Foto  Archiproducts.
Foto Archiproducts.

D: Archiproducts è da qualche anno anche uno store vero e proprio, presente a Milano e da pochi mesi anche a Bari. Sicuramente una bella scommessa…

R: Archiproducts si è trasformato oggi anche in uno Shop Online, con la vendita online di prodotti 100% originali dei migliori brand internazionali del Design e dell’Architettura di cui è rivenditore ufficiale. Ma come la tendenza del settore ci sta dimostrando, questa virtualità, che ha accompagnato tutto il network fin dal suo nascere e in particolare il catalogo prodotti di Archiproducts, per la vendita di prodotti ‘reali’ non si può prescindere invece dalla presentazione anche ‘fisica’ dell’oggetto della vendita in ottica ‘phigital’. Dal già innovativo TAG di prodotto si è passati alla ‘realtà aumentata’ nel catalogo prodotti, per poter meglio immaginare i prodotti in contesti reali. Poi, con il Salone del Mobile del 2016, per la prima volta Archiproducts ha presentato a Milano una sua sede fisica, con una contestualizzazione dei prodotti fino ad allora presentati esclusivamente sulle pagine web, con un allestimento annuale nuovo. Così l’e-commerce ha finalmente trovato piena materializzazione nel 2018, sia nello spazio di Milano, divenuto a pieno titolo lo ‘store’ di Archiproducts | MILANO (www.milano.archiproducts.com) , e al contempo con Archiproducts | BARI, città che è ‘casa’ per Edilportale, e che diventa anche per gli avventori una ‘casa’ in cui essere consigliati, coccolati e in cui trovare una finestra fisica per poi abbracciare tutto il catalogo prodotti in vendita online sulle nostre pagine. Un progetto, questo, che va molto aldilà delle apparenze, perché tende a fidelizzare architetti e progettisti, mettendo in cantiere ancora nuovi strumenti, di cui si parlerà ben presto!

Foto  Archiproducts.
Foto Archiproducts.

D: Ti lascio con un’ultima domanda: oggi verso quale direzione sta andando il mondo del design e come si sta evolvendo la figura dell’architetto? Sono ancora possibili nuove sfide?

R: Sicuramente il mondo del design e dell’architettura si sono avvicinati incredibilmente negli ultimi tempi: gli architetti sempre più spesso disegnano non solo le architetture ma anche quanto vi è al loro interno, caratterizzando quindi i singoli ambienti – progetto nel progetto – dando quindi una risposta organica ad arredamento e design degli interni, con spazi sempre più ricercati, versatili, adatti a qualsiasi stile e, soprattutto negli ultimi tempi, per qualsiasi tasca. Il desiderio di oggetti belli e funzionali di cui circondarsi nel proprio quotidiano – casa, luogo di lavoro o di svago – è ormai generalizzato e abbraccia tutti i target e a tutti deve rispondere, espressione di chi lo possiede e non solo di chi lo progetta: anche questa è una nuova e affascinante sfida, molto più di quanto non avesse fatto la prima rivoluzione industriale. Inoltre, nuove tecnologie e materiali innovativi nonché la scelta del design come nuovo investimento apre di fatto nuovi mercati prima inesplorati e sicuramente innesca un circolo virtuoso per sempre nuova ricerca e a creatività. Il design va quindi incontro alle esigenze di tutti, offrendo al consumatore finale la possibilità di fruirne con facilità, complice l’e-commerce, attraverso cui negli ultimi anni si sono finalizzati sempre più acquisti dell’intero business. Designers e produttori, poi, per creare un rapporto sempre più intimo e di identificazione degli oggetti di design con l’utente finale, sono orientati sempre più a una maggiore personalizzazione dei prodotti offerti e alla produzione direttamente al momento dell’ordine, ammiccando sempre più all’artigianalità e a produzioni personalizzate pur basate sulla stessa catena produttiva. Quindi un’estrema integrazione di strumenti è sicuramente la tendenza del prossimo futuro, sempre da perfezionare e migliorare. E lo è anche per il nostro network, che a questa integrazione e a questo ‘on demand’ hanno fin dall’inizio creduto e a cui è rivolto ogni sforzo per il futuro, sempre pronti a nuove sfide, con la versatilità che contraddistingue e che è il vero ‘marchio di fabbrica’ di casa Edilportale.com in cui, nei miei 15 anni di esperienza lavorativa, non sono davvero ancora riuscita ad annoiarmi e come me tutta la nostra entusiasta crew, che ha saputo e sono certa saprà ‘contagiare’ ancora partner, clienti e utenti…stay tuned!

image_pdfimage_print

LEAVE A REPLY

Login with:
Powered by Sociable!