Il blog di Giorgio Taverniti è stato il primo che ho letto nel lontano 2009 e uno dei motivi per i quali ho iniziato ad appassionarmi al mondo digitale. L’accesso libero alle informazioni, la condivisione di idee all’interno delle community come GT, la democratizzazione del sapere, l’annullamento di barriere fisiche e mentali, il cambiamento dentro il cambiamento, adrenalina pura. 

Sono passati più di 10 anni e l’evoluzione che abbiamo vissuto e stiamo vivendo ancora oggi, è da brividi. Ci troviamo in un moto perpetuo grazie alla tecnologia che non smette mai di stupirci, all’innovazione dei sistemi, dei processi, delle aziende e delle persone. La trasformazione digitale di cui sente parlare tanto, soprattutto dopo il Covid-19, è nel nostro DNA ma non tutti sanno riconoscerlo. 

Tutti tranne Giorgio Taverniti che dopo più di 10 anni è ancora qui con noi, per parlare proprio di tendenze del mondo digitale su tre grandi temi che fanno parte del suo DNA:

  • Google
  • Social Media
  • Community

Scopri il nuovo numero: Remote life

A distanza da un anno dal primo lockdown, siamo ancora qui a confrontarci con chiusure più o meno generalizzate e con abitudini di vita e di lavoro che fatichiamo ancora a fare nostre. Ecco i nostri suggerimenti per la vostra remote life.

Ciao Giorgio, ti conosciamo tutti per esser stato il first mover italiano della SEO, uno dei primi a parlarne nel 2004, sei stato il fondatore della GT community quando nessuno sapeva cosa volesse dire far parte di una “comunità digitale”, oggi continui ad essere un punto di riferimento per il mondo Google e quindi la domanda è d’obbligo: “Quali saranno i trend dei contenuti su Google?”

Ciao Ilaria, grazie mille! Mamma mia, sono passati così tanti anni e mi fa piacere essere ancora qui a raccontare a tutti di Google.

Secondo me i prossimi trend saranno le Web Stories, i Video Corti e gli Audio. Oggi vediamo Google molto forte nel capire anche i momenti nei video tramite l’intelligenza artificiale, ma c’è davvero tanto spazio da prendere con le Web Stories: il formato non mi piace, ma Google lo sta spingendo tanto.

Ci sono anche vari sistemi per crearle facilmente e uno è proprio di Google. Ci sarà un motivo no? A me non convincono perché per capire la qualità Google dovrebbe usare le interazioni. Ma qui le interazioni non stabiliscono la Qualità, ma l’intrattenimento. Solo che l’intrattenimento non è l’unico scopo del contenuto e siccome la qualità si misura tramite lo scopo c’è qualcosa che non mi torna.

Google Discover e Google Search sono due facce della stessa medaglia, qual è la differenza e come pensi evolveranno nei prossimi anni?

Dal mio punto di vista l’evoluzione di Discover è quella di andare sempre più a offrirti i contenuti per te: vedremo più Video, più Web Stories, più Prodotti da Google Shopping. Avremo anche gallerie di immagini. È un feed senza che ci siano i nostri amici.

L’evoluzione più forte però è Google Maps: sta diventando un social vero e proprio con tanto di post e articoli di recensione.

Google Maps mi stimola un’associazione immediata: commercio di prossimità, turismo, ospitalità, attività locali. Puoi dare due consigli agli imprenditori che oggi in questi settori e ambiti sono in grande difficoltà?

Ad oggi sicuramente non si può prescindere da avere una scheda sempre aggiornata con tutte le informazioni necessarie. Ma anche dall’attività di creazione dei Post che poi finiscono sia dentro i risultati di ricerca di Google che dentro l’app di Google Maps.

Per questo motivo ci sono 3 attività che ritengo necessarie:

  • Strutturare bene le comunicazioni con i post
  • Investire nelle PR (public relation) perché gli articoli sulle strutture sono visibili all’interno di Google Maps
  • Le recensioni: aumentare la visibilità significa ricevere costantemente recensioni, essendo oggi Google Maps un feed, finiscono quelle dell’ultimo periodo.

Abbiamo parlato del mondo Google, ma non dimentichiamo che i Social Media sono radicati nella nostra società, tu che sei iscritto a YouTube dal 2006 lo sai bene, raccontaci i trend che vedi arrivare.

Attualmente i trend che vedo arrivare sono gli Shorts, la vendita dei prodotti con il tag del prodotto associato dai Creator, le vendite in live e l’aumento delle possibilità di monetizzazione. Ma vedo anche la crescita di piattaforme per cose specifiche: Twitch per le Live, TikTok per tante cose, Tipeee per il sostegno ai Creator.

Come si collocano i trend che hai individuato tra Google e Social Media in quello che è il contesto delle aziende italiane del 2021?

Sicuramente tocca la consulenza: più ragazzi e ragazze entreranno nei team per supportare la consulenza sui nuovi ambienti sociali, più public relation, più dimensione audio nei social. Le aziende piccole andranno in overload di informazioni. Quindi c’è chi dovrà fare poco e bene e chi tenterà di essere ovunque.

Grazie Giorgio per averci offerto una nuova prospettiva. Adesso quali saranno i tuoi prossimi progetti e dove ti vedremo?

Sicuramente su Connect.gt e poi sto decidendo se la mia newsletter https://giorgiotaverniti.substack.com/ spostarla su Ghost CMS andando a metterla su giorgiotaverniti.it

Non so se lo conosci, ma è un gestionale per blog, newsletter, blogletter davvero favoloso!

Puoi approfondire Ghost CMS in due caratteristiche per te innovative o che semplificano la user experience?

Ghost CMS ha due caratteristiche importanti: velocità e semplicità. È molto più facile una volta installato (l’installazione invece è più complessa), ed è molto molto veloce. L’esperienza d’uso è piacevole. Non devi aspettare per caricare, non ha miliardi di cose da gestire.

E poi, la parte per me più interessante: la membership con newsletter integrata. Sono il futuro e tutte queste cose sono già lì, presenti. A farlo con altri CMS diventa tutto molto più complesso, lento, ma specialmente…non sono orientati a questo. Vuol dire, per chi segue Internet, che Ghost evolverà in questa direzione e gli altri no.

Per chi crea contenuti, è un punto di partenza importante.

Giorgio Taverniti

Giorgio Taverniti ha fondato insieme a Cosmano Lombardo e Andrea Pernici, Search On Media Group, per la quale fa il Community Manager gestendo Connect.gt: una delle community più attive in Italia dedicata al Web Marketing, SEO e Social Network.

Si occupa di divulgazione e formazione: dall’attività quotidiana attraverso il forum e i social network alla videorubrica FastForward, dall’insegnamento nelle varie Università Italiane (Master in Web Technology all’Aquila, IULM, Master in Fundraising) al libro SEO Power per Hoepli.

Ti è piaciuto? Cosa ne pensi? Faccelo sapere nei commenti. Rispondiamo sempre.

SmakNews_Smart_Marketing_logo_SResta aggiornato sulle nostre pubblicazioni e sulle ultime novità dal mondo del marketing e della comunicazione.

Qui, se vuoi, puoi consultare la nostra Privacy Policy

image_pdfimage_print

LEAVE A REPLY

Login with:
Powered by Sociable!