5 personaggi delle serie tv che hanno avuto una bellissima evoluzione

0
909
5 personaggi delle serie tv e la loro trasformazione

Siamo abituati a serie tv dove il primo elemento lampante di un’evoluzione è la narrazione. Un telefilm che si rispetti, infatti, dovrebbe seguire questa sana abitudine, una bella storia raccontata bene con un inizio, uno svolgimento, un’evoluzione, un colpo di scena, un cambiamento ed un gran bel finale.

Talvolta, però, la forza della crescita della storia è affidata non solo alle vicende, ma anche ai personaggi e alla loro più o meno geniale, più o meno prevedibile, evoluzione.

Numerosi sono i personaggi che nel corso delle puntate o delle stagioni si sono pian piano trasformati in qualcos’altro, protagonisti che gli autori si sono divertiti a farci conoscere in un determinato modo e poi, per necessità di copione, per mancanza di spunti o per puro guizzo artistico hanno completamente cambiato in qualcosa, o meglio qualcuno, di molto diverso, con grande gioia dei fan (quasi sempre).

Ho scelto per voi 5 personaggi tra i più famosi, che hanno avuto una bellissima evoluzione.

MIRANDA HOBBES (“Sex and the City”/”And Just Like That”)

Nella serie “And Just Like That”, sequel dell’iconica serie (e film) “Sex and the City”, uno dei personaggi più amati, l’avvocatessa Miranda Hobbes, compie una grande trasformazione: da donna pacata e razionale, la più saggia del gruppo di amiche, si ritrova ad essere in piena crisi. Mentre si batte con tenacia per sostenere i diritti delle donne, si ritrova dentro un mondo che non sa bene come gestire, cercando di barcamenarsi tra errori ed infatuazioni, ma senza mai perdere la voglia di mettersi in gioco;

SHELDON COOPER (“The Big Bang Theory”/”Young Sheldon”)

Protagonista assoluto della serie cult su un gruppo di scienziati nerd alle prese con l’amore, l’amicizia, lo spazio e la fisica, Sheldon Cooper è stato sin da subito presentato come un genio della fisica, ma pieno di paure, fissazioni, ansie, che viveva la sua vita limitandosi in tutto e restringendo la sua cerchia sociale ai suoi amici più stretti. Nel corso delle stagioni abbiamo assistito, però, ad una crescita esponenziale del suo personaggio, che culmina fino al punto di trovare persino l’amore e affrontare la vita di coppia anche sessuale e le diverse sfide che la vita gli offre;

Scopri il nuovo numero: “W il Personal Branding”

Chi è riuscito a costruire nel tempo (ed a mantenere) un ottimo brand personale, ha davanti a sé molteplici possibilità. Il lavoro lo attrae e non lo cerca. Questa è la figata del personal branding.

CARL GALLAGHER (“Shameless”)

In una serie incredibile come “Shameless” in undici stagioni abbiamo visto ogni cosa. Le vicende avventurose e spesso illegali ed immorali della grande famiglia Gallagher ci hanno fatto ridere, commuovere e affezionare a tutti i suoi componenti. Abbiamo amato Frank, Fiona, Debbie, insomma tutti, diversi tra loro ma tutti folli, uno, però, è il personaggio che maggiormente ha subito una splendida evoluzione ed è Carl Gallagher. Partito da bulletto del quartiere senza nessuna prospettiva futura, violento e privo di paura, ha iniziato prima come personaggio più defilato, tra i più piccoli della famiglia, per poi stravolgere completamente il suo ruolo, ma lentamente, non con colpi di scena, ma con una graduale crescita e miglioramento personali. Ha iniziato spacciando droga per le strade del South Side, è finito in un carcere minorile, dopo essere uscito si è dedicato alla vendita illegale di armi, finché un tragico episodio non gli ha aperto gli occhi. Inizia così per lui il suo percorso di cambiamento e con l’aiuto del padre della sua ragazza riesce pian piano a trovare la sua strada e a realizzare il suo futuro in un modo che nessuno spettatore si sarebbe mai aspettato, entra, infatti, in una accademia militare e successivamente riesce a diventare un poliziotto, sempre disposto ad aiutare la gente sfortunata del quartiere in cui è nato;

CHANDLER BING (“Friends”)

Chandler Bing è uno dei personaggi più iconici di una delle serie tv più iconiche di sempre. La sit-com “Friends”, infatti, rappresenta un clamoroso successo nella storia delle serie tv: è il racconto dell’amicizia e delle vicende amorose di sei amici che vivono a New York. Ma parlavamo di Chandler, insicuro, timido, perennemente sarcastico, incapace di mantenere un legame sentimentale stabile, con un buon lavoro, ma non per questo percepito come un uomo di successo, anzi, un uomo paranoico e molto altro. Un personaggio la cui vita sentimentale si spiega con dei traumi familiari irrisolti, da cui però non ne esce mai con vittimismo. Nascosto dietro una relazione tira e molla con la fidanzata storica Janice, trova poi un grande amore in Kathy, una donna che ritiene perfetta per lui, che però è la ragazza del suo amico fraterno Joey. Questa storia rende Chandler sempre più maturo fin quando non si innamora dell’amica di sempre Monica, con cui infine si sposa;

ELEVEN (“Stranger Things”)

Incredibile personaggio quello di Eleven, Undici o anche Undi per gli amici. La vera protagonista di una delle serie più fortunate degli ultimi anni, vero e proprio fenomeno anche di costume. “Stranger Things”, infatti, ha da subito catalizzato l’attenzione dei nostalgici degli anni ’80, ma anche delle nuove generazioni, che grazie a questa serie hanno potuto conoscere meglio quel decennio colorato e spensierato. Undici è la chiave di tutta la storia che si concluderà con la quinta stagione, di cui ancora non sappiamo la data di uscita. Lei è una cavia da laboratorio, utilizzata per esperimenti segreti a causa dei suoi enormi poteri, la sua vita “normale” inizia quando incontra Mike, Will, Dustin e Lucas, con loro inizia a scoprire cos’è una famiglia, che significa vivere in una casa e avere degli amici. Nel corso delle quattro stagioni il suo personaggio si evolverà fino a diventare una ragazza come tante alle prese con i problemi a scuola, l’amore, la voglia di ribellione, ma sarà sempre la salvezza dei suoi amici, della città di Hawkins e di tutta l’umanità.

Cosa resta da dire? Se ci sono riusciti loro a cambiare, perché dovrebbe essere difficile per noi? Come dice il grande Martin Luther King “Può darsi che non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate, ma lo diventerete se non fate nulla per cambiarla”.

Ti è piaciuto? Cosa ne pensi? Faccelo sapere nei commenti. Rispondiamo sempre.

SmakNews_Smart_Marketing_logo_SResta aggiornato sulle nostre pubblicazioni e sulle ultime novità dal mondo del marketing e della comunicazione.

Hai letto fino qui? Allora questi contenuti devono essere davvero interessanti!

Iscriviti per restare in contatto con Smart Marketing. Senza perderti nulla!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous articleBrand me: il podcast che racconta in pillole come costruire un personal brand efficace.
Next article5 esempi italiani di Personal Branding
Simona De Bartolomeo
Laureata in Scienze della Comunicazione, ha conseguito la qualifica di Esperto in marketing culturale. Dal 2011 addetta stampa, con particolare attenzione all’interazione col pubblico e i media, anche tramite i social network. Di pari passo con l’esperienza di addetto stampa, quella di organizzatrice di eventi di tipo culturale come presentazioni di libri, mostre fotografiche e workshop cinematografici, in cui ha svolto anche il ruolo di relatrice. Da ottobre 2014 è coordinatrice e responsabile della comunicazione del Laboratorio Urbano MEDITERRANEO di San Giorgio Jonico (TA). Recentemente sta ampliando le sue competenze nel marketing, affacciandosi al mondo dell’e-commerce, di cui sta approfondendo la conoscenza. Per questi motivi trascorre molto tempo al pc, ma per i suoi confusionari appunti continua a preferire carta e penna. Le sue passioni sono l’arte, il cinema e la musica, sogna di trascorrere la vita tra mostre, sale cinematografiche e concerti ed infatti è proprio quello che fa.