ivan-zorico-01-min1 anno è fatto da 12 mesi, 52 settimane, 365 giorni, 8.760 ore e 518.400 minuti.

Quando affermiamo che un anno è volato, di fatto stiamo dicendo che è trascorsa una quantità immensa di tempo senza che ce ne rendessimo conto. Senza riconoscerle il giusto valore. Questa enorme porzione di tempo – che ricordiamolo, non tornerà mai più – avremmo invece potuta impiegarla consapevolmente in progetti personali, nell’attenta gestione delle nostre finanze, nella cura del nostro corpo, nello sviluppo di abitudini potenzianti, nella scelta di una corretta alimentazione, nel fare del volontariato, nel concentrarci su noi stessi, nel rispettare gli altri, nello stare con le persone care, nel costruirci nuove strade, nell’attenzione alla nostra salute mentale, nel fare emergere la parte migliore di noi, e via discorrendo.

L’aspetto interessante è che spesso, proprio quando diciamo che un anno è volato, lo facciamo perché in realtà siamo ben consci che quel tempo avremmo potuto impiegarlo per perseguire quegli obiettivi, ma ahinoi non l’abbiamo fatto perché, quel cattivone del tempo, è scappato via troppo velocemente. Mica è colpa nostra, noi avremmo voluto, ma è lui che ha messo le ali ed è andato via. Ovviamente sappiamo che non è così, ma in qualche modo ci tranquillizza crederlo. O, meglio, ci deresponsabilizza.

Scopri il nuovo numero: “Simply the best 2022″

Un anno non è mai solo un anno. E il tempo non ha le ali, non vola. Diventiamo padroni di noi stessi e riappropriamoci del nostro tempo.

Ci ritroviamo a vivere gli ultimi giorni dell’anno cercando di mettere un po’ insieme quello che abbiamo vissuto e immaginando quello che sarà. Senza avere capacità divinatorie, te lo dico subito: se non cambierai abitudini, il prossimo anno difficilmente otterrai risultati diversi da quelli che hai precedentemente raggiunto.

Follia è fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi.
(Albert Einstein)

In un anno, sicuramente avrai fatto qualcosa di buono. Qualcosa che ha fatto la differenza. Anche se quel qualcosa ad una prima vista sembra minimale, ha invece avuto un grande impatto. Ti sei impegnato, hai investito energie.

Bene, riparti da lì. Tienilo a mente. Non sottovalutarlo.

Un errore che facciamo comunemente è quello di concentrare tutta la nostra attenzione su quello che non abbiamo fatto, tralasciando quello che invece abbiamo fatto. Questo meccanismo ci porta a pensare che non siamo in grado di raggiungere dei risultati perché, appunto, ci persuadiamo di non essere all’altezza. E questo non farà altro che confermare le nostre convinzioni negative.

In questi giorni, fai una cosa: focalizzati solo su ciò che di buono hai fatto nel 2022 – sul tuo personale Simply the best –, solo su quello. Ripensa a come hai agito per raggiungere quegli obiettivi e ricorda le sensazioni che hai vissuto. Cristallizzale nella tua mente e, su quelle, cerca di immaginare cosa potrai fare di grandioso nel 2023. Fallo ora! Ti sentirai già in grado di fare di più; sentirai crescere in te fiducia ed autostima.

Un anno non è mai solo un anno. E il tempo non ha le ali, non vola. Diventiamo padroni di noi stessi e riappropriamoci del nostro tempo.

Buona lettura,

Ivan Zorico

Ti è piaciuto? Hai qualche riflessione da condividere? Fammelo sapere nei commenti. Rispondo sempre.
Rimaniamo in contatto: www.linkedin.com/in/ivanzorico

SmakNews_Smart_Marketing_logo_SResta aggiornato sulle nostre pubblicazioni e sulle ultime novità dal mondo del marketing e della comunicazione.

Qui, se vuoi, puoi consultare la nostra Privacy Policy

image_pdfimage_print

LEAVE A REPLY

Login with:
Powered by Sociable!