Siamo sempre stati abituati a suddividere il mondo produttivo in due macro aree: da un lato chi realizza prodotti e dall’altro chi offre servizi. In effetti è una impostazione semplice, chiara e diretta; se produci un bicchiere o un e-book ricadi nella prima area, mentre se fai massaggi o insegni una lingua online allora sei nella seconda.

Questa differenziazione però al cliente importa il giusto. Quello che vuole – quello che tutti noi vogliamo – non è un prodotto o un servizio, ma qualcosa in grado di risolvere un nostro problema o di soddisfare le nostre esigenza, necessità, desideri e così via.

E se quindi un cliente compra tutto ciò va da sé che non valuterà la nostra offerta per quello che ha acquistato, ma per come si è sentito dopo averlo fatto e fruito. In sostanza, quello che avviene nella fase di acquisto non è uno scambio “prodotto/servizio Vs denaro”, ma un patto “soddisfazione Vs riconoscenza”.

Non è sufficiente soddisfare i clienti; essere soddisfatti non è più soddisfacente. Le imprese perdono sempre alcuni clienti soddisfatti che passano ai concorrenti che riescono a soddisfarli di più. Un’impresa deve offrire più soddisfazione dei suoi concorrenti. (Philip Kotler)

Se saremo in grado di rispettare quel patto, non avremo acquisito solo un consumatore ma avremo creato un rapporto di fiducia con una persona. E sarà proprio questa relazione di fiducia l’unico aspetto che dovremo avere sempre a mente, coltivare e a cui dare importanza.

Ti è piaciuto? Hai qualche considerazione in merito? Fammelo sapere nei commenti. Rispondo sempre.
Se vuoi rimanere in contatto con me questo è il link giusto: www.linkedin.com/in/ivanzorico

SmakNews_Smart_Marketing_logo_SResta aggiornato sulle nostre pubblicazioni e sulle ultime novità dal mondo del marketing e della comunicazione.

Qui, se vuoi, puoi consultare la nostra Privacy Policy

image_pdfimage_print

SHARE
Previous articleL’eterno dibattito tra Forma e Sostanza.
Next articleF come Film e Formazione
Laureato in Informazione e Sistemi Editoriali presso l’Università degli Studi di Bari presso la quale ha conseguito anche il Master di I livello in Comunicazione Sociale e Sanitaria. Cura le relazioni con i media, con gli operatori dell’informazione e con i clienti per diverse realtà produttive ed ha ideato ed organizzato eventi culturali seguendone la promozione. Ha esperienza nel campo della formazione come docente, nell’area della comunicazione e del marketing, e come coordinatore. Oggi è editore e responsabile di redazione del Mensile “Smart Marketing”.

LEAVE A REPLY

Login with:
Powered by Sociable!