In un mondo, ahimè, ricco di problemi e ancor di più di domande circa il futuro, l’orientamento strategico dell’impresa ha la necessità, e anche il dovere, di prendere in considerazione i problemi dei consumatori. Non è più possibile ignorare i grandi divari globali, quali lo sfruttamento eccessivo delle risorse rispetto alla disponibilità delle stesse, la differenza tra zone ricche e quelle arretrate del pianeta, così come il gap fra le aree con fattori di crescita e quelle senza, e ancora la distinzione tra bisogni individuali e collettivi. All’impresa contemporanea si chiede di migliorare le condizioni ambientali ed economiche della società, con l’obiettivo di realizzare il bene della comunità, ossia di comportarsi come un cittadino, secondo il principio del “corporate citizenship”.

La Green Economy

Non si parla però solo di un atteggiamento imprenditoriale, quanto piuttosto di un nuovo sistema economico, la Green Economy, che la Commissione Europea descrive come l’economia che genera crescita, crea lavoro e sradica la povertà investendo e salvaguardando le risorse del capitale naturale da cui dipende la sopravvivenza del nostro pianeta. Già nel 2000, Kofi Annan, segretario delle Nazioni Unite, emanava il Global Impact, iniziativa volta a promuovere una cittadinanza d’impresa responsabile, individuando i principi generali da seguire, tra i quali, lo sforzo dell’impresa nella difesa dei diritti umani, nel favorire la contrattazione collettiva, eliminare lo sfruttamento minorile, oltre, chiaramente, la promozione della responsabilità ambientale e delle tecnologie che rispettino l’ambiente. L’anno successivo l’Unione Europea conferma l’orientamento con il Libro Verde che sottolinea la necessità dell’integrazione delle pratiche sociali ed ecologiche a quelle commerciali.

Scopri il nuovo numero: #ripartItalia

Mai come ora, in questo settembre 2020, un numero come #ripartItalia sembra utile e necessario perché, mai come adesso, in questo nefasto anno bisestile, abbiamo bisogno di fare il punto sulle cose, su noi stessi, sui nostri obbiettivi e sulle nostre vite.

Il Green Marketing

L’impresa che adotta uno stile verde dovrebbe porre attenzione ai principi ambientali in tutte le fasi del ciclo di vita del prodotto, dalla trasformazione delle materie prime, al trasporto, fino al prodotto finito e alla distribuzione, anche, e soprattutto, nella fase di smaltimento. Adottare il modello di Green Economy vuol dire adottare anche un orientamento di Green Marketing, che punti l’attenzione non solo sulla creazione di un prodotto ecologico, ma cerchi di incentivare alla differenziazione rispetto ai concorrenti, grazie alla reputazione creata attraverso la responsabilità d’impresa. Un atteggiamento questo che, negli ultimi anni, e con un trend in continua crescita, viene promosso dai consumatori tramite le scelte effettuate sul mercato.

I Green Jobs

Lo sviluppo del nuovo modello imprenditoriale porta con sé la certezza di nuove opportunità di lavoro, le Green Jobs, “occupazioni nel settore dell’agricoltura, manifatturiero, ricerca e sviluppo, amministrazione e servizi, che contribuiscono in maniera incisiva a preservare e restaurare la qualità ambientale”, secondo la definizione dell’agenzia delle Nazioni Unite UNEP (United Nations Environment Programme). Tra le professioni verdi del futuro figura anche l’esperto di marketing ambientale che, oltre ad avere competenze nel marketing tradizionale, ha un orientamento green, con la capacità di divulgare le decisioni e l’impegno dell’impresa sui temi ambientali, perché sappiamo bene che qualsiasi vantaggio se non ben comunicato diventa nullo sul mercato. La nuova figura del marketer risulta fondamentale nella funzione di orientamento all’interno dell’organizzazione relativamente agli adempimenti ambientali, oltre che nella ricerca di incentivi e finanziamenti, nazionali e comunitari.

Il verde diventa a tutti gli effetti il colore del futuro, simbolo di ecologia oltre che di speranza.

Ti è piaciuto? Cosa ne pensi? Faccelo sapere nei commenti. Rispondiamo sempre.

SmakNews_Smart_Marketing_logo_SResta aggiornato sulle nostre pubblicazioni e sulle ultime novità dal mondo del marketing e della comunicazione.

Qui, se vuoi, puoi consultare la nostra Privacy Policy

image_pdfimage_print

LEAVE A REPLY

Login with:
Powered by Sociable!