È un’immagine molto forte quella che capeggia sulla copertina del numero di ottobre del nostro magazine: al centro della stessa assistiamo ad un vero amplesso, una ragazza con la mascherina chirurgica viene letteralmente e fisicamente posseduta da un uomo di cui scorgiamo solo parte del corpo. Tutta la scena è concentrata in uno spazio delimitato da 12 stelle, le stesse della bandiera dell’Unione Europea, anzi l’unico altro elemento di colore, a parte il celeste chiaro della mascherina e il giallo delle stelle, è il blu intenso del lenzuolo che giace sgualcito sulle gambe dei protagonisti. A bene vedere, più che un lenzuolo, sembra il telo della bandiera stessa, che cadendo ci ha mostrato questa scena scabrosa.

copertina-dartista-recovery-round-bordo

L’opera di questo numero sembra voglia raccontarci di uno scandalo, quello di un’Europa posseduta, forse sottomessa, da una qualche potenza straniera o, peggio, da una congrega dei soliti poteri forti. Improvvisamente ci viene data la possibilità di sbirciare al di là del velo, dietro la bandiera, e quello che vediamo è una scena erotica al limite della censura, un amplesso che non capiamo quanto sia consenziente o meno, anche se non ci pare di scorgere violenza, ma più un senso di sano e godereccio piacere.

È molto interessante che l’artista di questo numero, Paola Biandolino, abbia deciso di rappresentare uno scandalo attraverso un’immagine anche essa scandalosa, come se volesse evidenziare ancora di più il messaggio e renderlo inequivocabile. Ma, come sappiamo, l’arte si presta a molteplici interpretazioni, e le intenzioni dell’artista sono solo una parte della storia, l’altra è data appunto dal pubblico, ultimo fruitore dell’opera stessa e che chiude idealmente il circuito elettrico di quel magico dispositivo chiamato arte.

red-shoes-b

Allora soffermiamoci di più su questa opera e cerchiamo di scoprire tutti quei significati che non sono immediatamente tangibili e che probabilmente l’artista ha voluto ironicamente nasconderci in piena vista.

Chissà se il tema del nostro numero, “Recovery round”, non abbia fatto prevalere una interpretazione politica ed economica della condizione europea: forse la Biandolino avrà pensato che tutte le misure economiche messe in campo dall’UE in questo periodo di pandemia e crisi economica (MES, Recovery Fund, etc.), potrebbero diventare il debito, pubblico e non solo, delle future generazioni?

E quindi come dire: OK, l’Europa una volta tanto ci sta aiutando, ma non è che alla fine ci sta fottendo?”.

O forse, spingendo su una interpretazione più letteraria, potremmo arrivare a pensare che quella che vediamo è un’allegoria in chiave contemporanea del mito di Europa?

guardami-b

Come forse ricordiamo dai nostri studi superiori, Europa era figlia di Agenore e fu principessa di Tiro e regina di Creta; la fanciulla fu rapita da Zeus, che aveva preso le sembianze di un possente toro bianco, e dall’amplesso che ne seguì (che per la maggior parte degli autori classici fu consenziente) nacquero tre figli, Minosse, Radamanto e Sarpedonte, che poi furono adottati dal re di Creta Asterio, che successivamente sposò Europa.

Oppure, più semplicemente, questa che vediamo è solo l’ultima delle opere dell’artista che da un po’ di tempo indaga ed esplora nelle sue creazioni la dimensione erotica dell’esistenza.

Come sempre non possiamo saperlo con certezza, queste sono solo tre delle possibili interpretazioni, ma ciò che ha importanza qui, come per l’arte in generale, non è indovinare il “significato autentico” dell’opera, che spesso sfugge ed è inconscio perfino all’artista stesso, quello che vale è “interrogarsi sui possibili significati”: in un mondo che va sempre più in fretta, anche se in semi-lockdown come adesso, un’immagine che ci invita, come in questo caso, con ironia e spudorato erotismo a fermarci per cercare di comprenderla è il miglior risultato che un artista possa sperare.

bacio-gay-b

Perché è solo quando ci concediamo il tempo, riflettiamo e ragioniamo che cogliamo la vera essenza delle cose e possiamo decidere cosa dire o fare, perché anche il sesso, in cui è preponderante la carica istintiva ed emozionale, richiede attenzione, altrimenti andremmo in giro a scopare senza ritegno e senza freni qualunque cosa e saremmo tutti erotomani e pervertiti (oltre che penalmente perseguibili), quando in realtà, nel profondo, noi desideriamo e vogliamo essere, più di ogni cosa, amanti appassionati.

123104041_674815433453015_6887540596813902317_nPaola Biandolino, classe 1991, di Taranto, fin da giovanissima prende lezioni di disegno nella bottega di un maestro, successivamente frequenta il Liceo Artistico Lisippo di Taranto, diplomandosi in Oreficeria, e poi l’Accademia di Belle Arti di Lecce, frequentando il corso di Pittura. Dopo la laurea triennale decide di cambiare e si iscrive ad Editoria D’Arte.
Da questa formazione poliedrica nasce BiaLineArt, una sintesi tra pittura e grafica, disegni realizzati con un unico tratto di penna biro, un progetto nato prima da semplici ritratti per un esame accademico, poi portato avanti perché particolarmente affine alla sensibilità dell’artista.
Durante la quarantena inizia a lavorare su materiale erotico, i lavori pubblicati sul gruppo Facebook Arteinquarantena riscuotono un successo strepitoso e fanno conoscere l’artista e la sua particolare ricerca.
La sua attività sul web continua sempre più in maniera professionale, anche grazie a un corso post-laurea di Social Media Marketing, che le ha dato la possibilità di capire le dinamiche del web, dei social network, e soprattutto di prenderli seriamente come lavoro e non semplice svago.

 

Ultime mostre:

2020

Giugno

Mostra Personale, “Uno alla Volta”, Mercato Nuovo, Taranto;

Marzo

Pubblicazione di Illustrazioni su Queefmagazine, “Sexting e Quarantena”.

2019

Gennaio-Aprile

Mostra collettiva, ex Terraferma, ora Ginetto, Taranto.

2012

Novembre

Lavoro segnalato dalla giuria Emilio Notte.

Progetti in corso

“Somewhereline”, scatti Fotografici con grafica lineart, progetto in collaborazione con Andrea Basile.

 

 

Ti è piaciuto? Cosa ne pensi? Faccelo sapere nei commenti. Rispondiamo sempre.

SmakNews_Smart_Marketing_logo_SResta aggiornato sulle nostre pubblicazioni e sulle ultime novità dal mondo del marketing e della comunicazione.

Qui, se vuoi, puoi consultare la nostra Privacy Policy

image_pdfimage_print

LEAVE A REPLY

Login with:
Powered by Sociable!