Il peggio e il meglio del 2019

0
126
Questo 2019 se ne è andato lasciando a molti l’amaro in bocca: chi si auspicava un cambiamento epocale è rimasto deluso. Ecco un remind dei fatti, in questo bombardamento di informazioni, per sapere cosa ci lasciamo alle spalle.

Gennaio

Inizia la polemica sulle fatture elettroniche per imprese e lavoratori. A questa si somma la beffa delle pensioni che vede richiamati, per un errore di calcolo, numerosi dipendenti in servizio per soli 5 mesi di lavoro. Si sente parlare di Sea Watch 3, nave dell’omonima Ong tedesca capitanata da Carola Rackete, alla quale viene concesso – su decisione della Corte Europea dei diritti dell’uomo e contro il parere del Governo italiano – di accogliere 47 persone.

Febbraio

La Guardia costiera italiana pone la Sea Watch 3 in fermo amministrativo in base alla Convenzione delle Nazioni Uniti sul diritto del mare, fino al 22 febbraio.
Intanto a Milano viene accoltellato un nordafricano ed a Ferrara, nella zona del Gad vicino alla stazione, 40 nigeriani si scontrano con 4 agenti durante un blitz.
In Kuwait il matrimonio più breve del mondo: solo 3 minuti. Dopo il “sì” lei inciampa sul vestito, lui la insulta e lei chiede il divorzio. E una veronese trasferita in Francia trova in eredità una cassetta di sicurezza con 800 milioni di lire, che però la Banca d’Italia non cambia più in euro.

Marzo

Da ricordare per un raccapricciante femminicidio: Pamela Mastropiero, 18enne romana, stuprata, accoltellata e sezionata mentre era ancora viva a Macerata.
Viene approvata la norma sulla legittima difesa dal governo Lega-M5S.
Prosegue la questione migranti: la non accoglienza sulle coste è crimine contro l’umanità (come sostiene Gino Strada fondatore di Emergency) o i livelli di violenza sono diventati ingestibili? E si continua a discutere sui facili guadagni delle coop e onlus che gestiscono l’accoglienza.
Intanto un nigeriano viene arrestato in un bus da Perugia a Roma con 1.5 chilogrammi di droga, condannato a due anni di reclusione con pena sospesa. Un altro nigeriano a Parma stupra una bambina di 8 anni in bagno. Un senegalese di 51 anni dà fuoco a un bus di bambini nel milanese per vendicare le morti in mare e un carabiniere con il collega salvano decine di piccoli rompendo i vetri a mani nude ed estraendoli dalle fiamme.
In India un elefante uccide il suo custode nel parco sedendosi sopra di lui.

Aprile

Brucia Notre Dame. Parigi in lutto il 15. La cattedrale cristiana va in fumo come le origini cristiane dell’Europa. A Pieve di Cento, Bologna, si oscurano i crocifissi nei cimiteri per non urtare le altre religioni. A Cesena due rumeni che hanno alzato il gomito devastano la Chiesa dell’Istituto dei Logaresi.
Tagli alle pensioni per 5,6 milioni di persone che nei prossimi mesi vedranno decurtate le loro spettanze per qualche centinaia di euro.
Il 25 aprile diventa occasione di scontri e insulti. La piazza insulta Salvini “E’ un fascista” e PD e M5S si scontrano a Roma.
A Padova pusher arrestati e liberati per troppa poca droga in possesso per finire in carcere. A Treviso, una donna nigeriana corriere della droga apre il fuoco contro una agente. Un poliziotto è preso a calci in faccia da uno straniero a Torino ma viene subito liberato. A Brescia un nigeriano violenta una bimba di 3 anni in una casa famiglia.
Elizabeth Mwewa ammette in punto di morte di aver scambiato 5000 neonati nelle culle durante i 12 anni di lavoro nel reparto maternità dell’ospedale di Lusaka.

Maggio

Salvini contro tutti e sempre più in piazza. Molti contrari alla sua politica sovranista ma c’è chi condivide la sua idea di rispetto delle leggi.
Fallisce ancora una volta il Mercatone Uno, lasciando a casa 1800 dipendenti. Sui social commenti pesanti per il Ministro dello Sviluppo Economico, Di Maio, che ha gestito il dossier.
La Sea Watch entra in acque italiane ed è subito scontro politico. Deve intervenire la magistratura per gestire gli sbarchi.
A Milano il campo rom diventa una discoteca a cielo aperto, sotto le critiche dei cittadini delle zone circostanti che si sentono abbandonati. Dopo l’omicidio di Anna Tomasino a Roma durante un furto nel suo appartamento ad opera di 5 rom di cui uno già espulso, si pronuncia la Corte UE: non si può rimpatriare un rifugiato, neppure se delinquente. Due ubriachi marocchini molestano gli avventori di un bar a Parma e insultano le Forze dell’Ordine chiamate a intervenire. Ragazzina di 15 anni stuprata a Bolzano da 2 nigeriani mentre torna a casa da scuola.
Si rovescia un altro scuolabus nel padovano: a guidarlo un ubriaco con precedenti che è scappato senza soccorrerli.
Sono 130 mila rinunce al reddito di cittadinanza per evitare i troppi controlli.
In Gran Bretagna un medico è stato denunciato dal marito per aver chiesto alla paziente di togliersi il velo durante una visita.

Giugno

Continua il problema dei migranti e delle Ong. Carola Rackete, contravvenendo a quanto stabilito dalle Autorità italiane, sfonda i blocchi speronando una imbarcazione militare e attracca a Lampedusa. Per alcuni un’eroina, per altri simbolo dell’illegalità. Intanto riaffiorano vecchi ricordi: Francesca Peirotti ha scontato 6 mesi di carcere in Francia per il reato di favoreggiamento all’immigrazione, avendo aiutato 6 clandestini a passare il confine a piedi tra Italia e Francia. Lo scontro nazionale arriva in Europa. Germania e Francia li rimandano indietro. La Svizzera non è da meno. I migranti raccontano che negli altri Paesi sono sedati, legati, incappucciati e spogliati prima di essere rimandati in Italia.
La Ong Sea Watch ai raggi X: stipendi da 2000 euro al mese per l’equipaggio e donazioni per 1,8 milioni di euro. Che siano tutti del 5 per mille?
Mentre il presidente della Camera Fico elogia gli immigrati, 7 di loro vengono arrestati alla parata del 2 giugno a Roma. Ragazza stuprata e picchiata per ore a Firenze da un albanese.
La rete del caso Bibbiano si allarga. Bimba strappata ai genitori nel 2016 per false denunce di maltrattamento e affidata a una coppia omosessuale dove i maltrattamenti erano reali. Una delle due mamme accusata di abbandono di minore.
Giornalista del TG2 sotto accusa perché ha indossato una collana con il crocifisso durante la diretta.

Luglio

Arriva l’estate ma i problemi non vanno in vacanza. Scontri in mare e sulla terra ferma. Esplode il caso Bibbiano. Un carabiniere accoltellato alle spalle da un diciottenne statunitense in vacanza a Roma.
L’ex capo dei Servizi tedeschi Hans-Georg Maabean afferma che dietro la Sea Watch ci sia il governo tedesco (anche con finanziamenti).
Nella democratica Francia l’infibulazione diventa piaga sociale e si diffonde tra gli immigrati di seconda generazione.

Agosto

Il governo italiano si spacca e si ipotizza di tornare al voto. Partono i sondaggi tra Lega e M5S ma alla fine Pd e M5S riescono a formare un nuovo gabinetto.
Carola, invitata in tutti i talk show conferma “Il governo tedesco mi ordinò di portare i migranti in Italia”.
Scontro surreale tra una famiglia Rom e Salvini: quest’ultimo li definisce zingari, gli altri contrattaccano sostenendo che non può togliere loro l’abitazione costruita compiendo tanti furti.
Il sole dà alla testa.

Settembre

Con il nuovo esecutivo riparte il business dietro i migranti. A Lampedusa l’hotspot è pieno e si registrano sempre più pestaggi tra immigrati e forze dell’ordine. A Milano 4 militari finiscono in ospedale.
Crisi anche alla Pernigotti, oltre alla sede di Napoli della Whirpool (420 lavoratori) e alla Piaggio Aerospace (1000 dipendenti). Esuberi e posti a rischio. Di Maio, passa a Ministro degli Esteri.
Iniziano ad arrivare gli assegni per il reddito di cittadinanza. Anche agli ex brigatisti.
Nuovo gioco tra i giovani: planking challenge. Rimanere sdraiati sull’asfalto il più a lungo possibile attendendo l’arrivo di un auto.
Nessun ripensamento per Bibbiano: i figli non sono delle famiglie, è giusto che decida lo Stato, commenta Francesca Archibugi.
Tra notizie vere e false si discute sulle nuove tasse.

Ottobre

Una 19enne è stuprata a Milano. A Milano un nigeriano viene multato per essersi masturbato in treno davanti a due donne.
Le questioni aperte di Bibbiano, dei migranti e della nuova manovra finanziaria non trovano soluzioni. Si apre la questione del voto.
Nuovi ricalcoli sulle pensioni. Sempre meno certezze sugli importi.

Novembre

Un africano si spoglia in tram e prova a violentare una studentessa a Milano mentre a Roma un equadoregno si masturba in bus e aggredisce con un coltello i poliziotti che cercano di fermarlo.
Le Sardine, cappeggiate da Mattia Sandoni, escono allo scoperto e iniziano a farsi sentire.
Bonus pensioni nella tredicesima: 150 euro in più per chi ha la “minima”.
A Bibbiano le indagini rivelano che gli affidi erano destinati sopratutto a coppie omosessuali.
Le Ong e Carola diventano un fenomeno mediatico. Interviste in prima serata e commenti in TV.

E si arriva a dicembre con il bilancio dell’anno.

Sono trascorsi 50 anni dello sbarco sulla Luna che ci mostrano quanto male stiamo trattando la nostra Terra. Addio alle cannucce e ai cotton fioc con l’arrivo di Greta Thumberg a smuovere gli animi e, chissà, forse anche degli equilibri politici e finanziari? E il Sinodo sull’Amazzonia di papa Francesco mentre la foresta brucia. Poi l’immigrazione che è diventata un fenomeno da gestire, con dignità, per chi ospita e per chi arriva.
L’UE è sempre meno coesa, la Brexit è ufficiale. E gli Stati si fanno la guerra a colpi di concessioni, vincoli e problemi da rigirare. E internamente le cose non vanno meglio. I governi sono sempre più precari: in Spagna 3 elezioni generali in 4 anni, in Inghilterra ce ne sono state un paio molto ravvicinate, l’Italia… sappiamo.
I femminicidi diminuiscono, da 142 del 2018 a 95 nel 2019, di cui un quarto perpetrati su donne straniere.
Aumentano le persecuzioni religiose: 245 milioni i cristiani perseguitati per la propria fede nel 2018, saliti a 300 milioni del 2019 con oltre 4000 morti.
In questo clima di caos e relativismo il mio augurio per il 2020 è trovare soluzioni all’origine dei problemi, non toppe per risolvere l’emergenza. Basterebbe cambiare il punto di vista e domandarsi il perché le cose accadono.
La “banalità del male” (Hannah Arendt) è sempre in agguato.
Ti è piaciuto? Cosa ne pensi? Faccelo sapere nei commenti. Rispondiamo sempre.

SmakNews_Smart_Marketing_logo_SResta aggiornato sulle nostre pubblicazioni e sulle ultime novità dal mondo del marketing e della comunicazione.

Qui, se vuoi, puoi consultare la nostra Privacy Policy

image_pdfimage_print

SHARE
Previous articleIl primo Natale – Il film
Next articleAnno 2020: la trasformazione digitale è cominciata e non è fantascienza.
Sono nata e cresciuta a Verona. A 20 anni ho iniziato a godermi la vita facendo le cose che mi piacevano. Al primo posto scrivere e dal 2007 sono giornalista pubblicista. Poi gli eventi e il marketing e così ho iniziato in una PMI, poi in una multinazionale e ora come consulente in questi settori. Infine la curiosità per le cose nuove e lo studio. Così dopo una prima laurea magistrale in economia, ho fatto un master e poi ho riaperto i libri per la filosofia. Tra i progetti per il futuro continuare a divertirmi.

LEAVE A REPLY

Login with:
Powered by Sociable!