ivan-zorico-01-minSe un po’ sei abituato a leggerci, sai di certo che “Il Natale che verrà” è uno di quei numeri ricorrenti del nostro magazine: nasce con l’intento di raccontare le migliori campagne di marketing e comunicazione rilasciate per questo particolare – unico – periodo dell’anno. E per l’appuntamento che, a torto o a ragione, deve essere comunque definito come il più commerciale dell’anno, ci sembra di aver sempre esposto il nostro tipico punto di vista, in linea con le aspettative.

Poi è arrivato il Covid, e tutto si è rimescolato. Il Natale (che verrà) del 2020 è stato certamente diverso da tutti quelli che abbiamo vissuto in precedenza. Molto meno commerciale, e molto più intimo e personale. Un Natale fatto a colori, non quelle delle luci dei balconi, ma delle restrizioni; un Natale lontano dalle persone care; un Natale meno sfarzoso. E anche il nostro racconto ne è stato influenzato.

Sin qui il passato, ma quello del 2021 che Natale sarà?

Senza fare giri di parole, credo che sarà un Natale nuovo. Nuovo non solo perché non siamo di certo fuori dalla crisi pandemica. E nuovo non solo perché portiamo ancora indosso le scorie di questi ultimi due anni. Ma nuovo soprattutto perché siamo semplicemente noi ad essere nuovi.

Facci caso: le cose che facevi pre-pandemia, oggi, hanno lo stesso sapore? Quanto sono cambiate le tue abitudini? il tuo modo di relazionarti? le tue priorità? e i tuoi stessi pensieri? Diciamoci la verità, non siamo più quelli di prima, e forse non vorremmo neanche esserlo. E se noi cambiamo, tutto quello che viviamo cambia (se anche tu leggendo questa frase hai avuto una sensazione di déjà-vu è normale…l’ho vissuta anch’io mentre la scrivevo: mi è venuta un po’ alla Sylvester Stallone in Rocky IV). È inevitabile.

Scopri il nuovo numero: “Il Natale che verrà”

Che Natale sarà? Senza fare giri di parole, sarà un Natale “nuovo”. Nuovo perché, dopo due anni di pandemia, siamo noi ad essere persone nuove. Persone con nuovi bisogni, nuovi desideri e nuovi pensieri.

Per carità Natale è sempre Natale, ma oggi lo viviamo con una consapevolezza diversa. Anche se il mondo sembra essere ripartito e cerca di riprendere i ritmi – frenetici – di un tempo, le persone stanno mostrando desideri e necessità diverse; nuove appunto.

A livello di comunicazione e marketing, questo significa parlare con loro in maniera nuova. Utilizzare un linguaggio nuovo e riempirlo di significato. Una comunicazione gentile, non aggressiva. Una comunicazione votata all’ascolto e alla relazione. Una comunicazione che riporti la narrazione al suo compito essenziale: indurre ad un cambiamento.

Chi sarà in grado intercettare questa tendenza e di sintonizzarsi con questa evoluzione, sarà capace di creare un legame speciale, forte e duraturo con le persone e, quindi, con i consumatori. Quel tipo di legame che farà la differenza nella competizione. E questo discorso vale non solo per le piccole, le medie o le grandi aziende, ma anche per i professionisti. E vale, ovviamente, non solo per il solo periodo natalizio.

A livello umano, sarà ancora un Natale di riflessione e di introspezione. Credo che possiamo ammetterlo: non ci stiamo capendo nulla. Molta importanza è stata legittimamente data (e lo è ancora) ai temi di natura economica e sanitaria, mentre molto meno si parla delle ripercussioni di natura psicologica che questi due anni hanno avuto su tutti noi.

Per questo motivo ti auguro di passare dei momenti lieti e di riappropriarti di quella serenità che magari il Natale scorso non hai avuto modo di vivere. Che poi, in fondo, è lo stesso augurio che faccio a me stesso.

Buona lettura,

Ivan Zorico

Ti è piaciuto? Hai qualche considerazione in merito? Fammelo sapere nei commenti. Rispondo sempre.
Se vuoi rimanere in contatto con me questo è il link giusto: www.linkedin.com/in/ivanzorico

SmakNews_Smart_Marketing_logo_SResta aggiornato sulle nostre pubblicazioni e sulle ultime novità dal mondo del marketing e della comunicazione.

Qui, se vuoi, puoi consultare la nostra Privacy Policy

image_pdfimage_print

LEAVE A REPLY

Login with:
Powered by Sociable!