Ciao, partiamo subito con qualche domanda:
  • Ti sei iscritto in palestra? Anzi, hai iniziato a frequentarla?
  • Hai modificato quella abitudine limitante?
  • Hai iniziato quel corso online che avevi acquistato (sì sì, proprio quello che “così tanto lo posso fare quando e dove voglio”)?
  • Hai iniziato a prenderti cura, davvero, della tua salute?
Potrei continuare, ma mi fermo qui.

Sembra passato un secolo e invece sono passate appena qualche settimana dalla sfilza di buoni propositi fatti ad inizio gennaio. Eppure, dopo solo pochi giorni, dove sono andati a finire i tuoi buoni propositi?

Se sei tra quelli che ha identificato bene i suoi perché, pianificato e scomposto il proprio obiettivo e iniziato il suo percorso per raggiungerlo, allora puoi smettere di leggere questo articolo e magari ti chiedo di condividere con me, e chi legge, la tua esperienza. C’è sempre bisogno di esempi concreti.

Ma se sei tra quelli che dopo qualche giorno è tornato al punto di partenza ed ha abbandonato quello che si era prefissato, allora continua a leggere. Iniziamo con il dire che è molto più comune ricadere in questa seconda casistica che nella prima. Una magra consolazione, ma è così. Di solito accade che dopo aver iniziato qualcosa, passate 2-3 settimane, la abbandoniamo o perché non vediamo subito i benefici sperati oppure perché vediamo qualche miglioramento e invece di insistere ci adagiamo nuovamente sulle passate abitudini. Un esempio classico: ho mal di schiena, faccio per qualche giorno dello stretching ed esercizi specifici, inizio a sentirmi meglio e mollo. Salvo poi riavere il dolore dopo qualche tempo e tornare ad avere gli stessi problemi di prima.

I motivi possono essere svariati ed anche personali, e su quest’ultimi ovviamente non mi esprimo. Ma di sovente può capitare che lasciamo perdere i nostri buoni propositi perché non siamo allenati a perseguirli. Per raggiungere i nostri obiettivi dobbiamo allenarci ad essere concentrati e a trovare la giusta energia. Invece di iniziare in maniera frenetica una nuova attività, magari può essere meglio iniziare con dei piccoli passi per abituarci a questa nuova situazione. E per mantenere la concentrazione alta dobbiamo smettere di guardare la cima della vetta, ma focalizzarci sul nostro prossimo passo.

Se l’obiettivo è quello di perdere 15kg in un dato tempo e dopo una quindicina di giorni di dieta e allenamento abbiamo perso solo pochi etti, è probabile che verremo assaliti dalla frustrazione e sentiremo di voler abbandonare il nostro obiettivo. Ma il nostro obiettivo giornaliero/settimanale non è quello di perdere 15kg, ma di fare le giuste attività che ci conducano, dopo qualche tempo, a raggiungere quell’obiettivo. Bisogna “innamorarsi” del percorso e cercare di agganciarlo a qualcosa di piacevole. Ad esempio, se vuoi imparare o affinare una nuova lingua, magari prova a guardare la tua serie tv preferita in lingua originale.

Piccoli consigli che possono aiutare a non desistere e a portare a termine quanto prefissato.

Innamorati del percorso ed allena il tuo livello di concentrazione. Io, da parte mia, ho iniziato a perseguire i miei buoni propositi. Nei primi giorni ho iniziato un po’ a rilento perché avevo altre attività già in essere, ma ho sempre continuato. Mi dicevo: “almeno fai questo sforzo”; mi sono appunto allenato per far diventare una costante quella nuova attività. Così è andata meglio. Mi raccomando, ci risentiamo tra qualche mese per raccontarci come è andata.

Ti è piaciuto? Hai qualche riflessione da condividere? Fammelo sapere nei commenti. Rispondo sempre.
Rimaniamo in contatto: www.linkedin.com/in/ivanzorico

SmakNews_Smart_Marketing_logo_SResta aggiornato sulle nostre pubblicazioni e sulle ultime novità dal mondo del marketing e della comunicazione.

Qui, se vuoi, puoi consultare la nostra Privacy Policy

image_pdfimage_print

LEAVE A REPLY

Login with:
Powered by Sociable!