È da un po’ di anni ormai che seguo Igor Sibaldi, scrittore, slavista, drammaturgo, filologo di origine russa, che tiene numerose conferenze su teologia, mitologia, psicologia, filosofia, storia della letteratura. All’inizio l’ho seguito solo tramite video presenti su youtube e successivamente anche dal vivo, prendendo parte a seminari e workshop anche di intere giornate.

Scopri il nuovo numero: “Leggo ergo Sun”

Durante le ferie cerchiamo di rilassarci e di vivere esperienze nuove e il libro in questo senso rappresenta un valido alleato: riduce lo stress, apre la mente, ci distoglie dal pensare a problemi e incombenze.

Da chi non lo conosce potrebbe essere facilmente scambiato per un life coach, ma è molto lontano da questa definizione, perché più che cercare di spronarti con frasi motivazionali che lasciano il tempo che trovano, Sibaldi spiega con parole semplici e utilizzando anche spesso la meravigliosa arma dell’ironia, concetti in realtà molto complessi, che scavano a fondo nell’animo umano e lo fa andando ad attingere dalla storia, filosofia, letteratura, religione, costume e quant’altro, portando infine all’ascoltatore delle argomentazioni a dir poco illuminanti. D’improvviso hai il sospetto che si stia parlando proprio di te e immediatamente cominci ad analizzare le pieghe della tua vita, della tua quotidianità, del tuo rapporto con gli altri, con te stesso e con la società che ti circonda.

Vasto è il patrimonio che questo scrittore filosofo ci mette a disposizione ma io, con non poca difficoltà, ho scelto tre argomenti tratti da tre suoi importanti libri:

Nell'immagine la copertina del libro “Il Mondo dei desideri – 101 progetti di libertà”  - Smart MarketingIMPARARE A DESIDERARE

“IL MONDO DEI DESIDERI – 101 Progetti di libertà” (2016 – Tlon)

Questo è il libro da cui sono partite le mie letture sibaldiane e direi che non è stato affatto un caso. Siamo fortemente convinti di desiderare tante cose e di essere certi che quei desideri ci appartengano, esprimano al meglio chi siamo, ma siamo proprio sicuri che sia così? Quanto di noi c’è in quello che chiediamo all’universo, al futuro, al dio in cui crediamo? Spesso l’atto del desiderare viene scambiato per un gesto egoistico e siamo anche spinti a pensare che sia un tormento desiderare senza essere appagati e che quindi smettere di desiderare potrebbe condurci ad una vita tranquilla e serena. Basterebbe, invece, imparare a guardare oltre, in alto, magari alle stelle, non a caso il verbo “desiderare” viene dalla parola sidera “stelle”. Sarebbe utile accorgersi che alla vita c’è così tanto altro che possiamo chiedere, eliminando la difficoltà che abbiamo di ricevere e magari anche di dare, e usando la nostra personale definizione di felicità per poter ripulire le nostre richieste dalle influenze esterne, evitando così di desiderare desideri che non ci appartengono;

Nell'immagine la copertina del libro “La teoria del tutto raccontata da te – Come scoprirsi sovrani del mondo” - Smart MarketingCAPIRE QUANTO DI AUTENTICO CI SIA NELLA STORIA CHE CI RACCONTIAMO

“LA TEORIA DEL TUTTO RACCONTATA DA TE – Come scoprirsi sovrani del mondo” (2019 – Salani Editore)

Il mondo che ci circonda è il risultato di ciò che ci raccontiamo e man mano che il racconto prende vita, si delinea ciò che ci circonda. Ma noi cosa ci raccontiamo e soprattutto come ce lo raccontiamo? La tela dei nostri pensieri e delle nostre convinzioni è frutto esclusivamente di ciò che siamo o una rete intricata di influenze esterne, copie di vite altrui dove resta ben poco della nostra vera essenza? Questo libro ci guida alla riscoperta dei nostri ricordi con cui ogni giorno definiamo la nostra realtà, ma un ricordo in realtà non è altro che ogni istante che sta passando in questo preciso momento, esso è già ricordo, il presente non esiste perché nel momento in cui credi di percepirlo è già andato, ogni momento ed ogni cosa sono, quindi, ricordi e racconto di quei ricordi, che narriamo a noi stessi e agli altri. Fondamentale, direi necessario, diventa quindi il nostro ruolo di narratore nella creazione della nostra storia, della trama della nostra esistenza, che ci faccia realmente diventare ciò che vogliamo, esprimendo i nostri talenti e non assecondando il personaggio che abbiamo costruito di noi, in una versione distante da ciò che siamo davvero;

Nell'immagine la copertina del libro “La Specie nuova” - Smart MarketingCOGLIERE I SEGNI DEL CAMBIAMENTO

“LA SPECIE NUOVA” (2017 – ROI Edizioni)

Ogni tanto in ogni civiltà si assiste alla creazione di un nuovo tipo di individui che si evolvono maggiormente rispetto alla società, sono coraggiosi ed esigenti, spesso non compresi e hanno una innata attitudine a creare nuove eccezionali prospettive, immaginare nuovi mondi e nuovi modi di agire e pensare. Questo fenomeno è chiamato “speciazione culturale” e scinde nettamente gli esseri umani tra creatori di un futuro diverso e quelli che, bloccati dalla paura, continuano a lasciare le cose come sono. Il sottotitolo del libro recita “Tutti possono scoprirsi diversi. Solo alcuni ne hanno il coraggio”, la speciazione, infatti, è un processo molto rapido, che ti può cogliere impreparato e darti la fretta di scegliere chi essere e da che parte stare e propendere per il cambiamento è sempre una scelta che necessita di una grande dose di coraggio. Mi ha molto colpito il capitolo in cui Sibaldi parla dei segni dei tempi, scrive che nel capitolo 24 del Vangelo di Matteo c’è un elenco di segnali che indicano un cambiamento sociale alle porte: il moltiplicarsi dei falsi messia e delle guerre, le pestilenze e i terremoti, le persecuzioni dei giusti, il raffreddarsi dell’amore nella maggior parte della gente; non so voi, ma a me ha fatto subito venire in mente il periodo buio che stiamo attraversando tra guerre e pandemie, e l’ultimo punto “il raffreddarsi dell’amore nella maggior parte della gente” mi ricorda come ormai siamo pronti a litigare anche sui social, per questioni davvero inutili e banali.

 

Quelli che ho racchiuso qui sono solo brevi spunti delle numerose argomentazioni presenti in questi libri, che spero accendano il vostro interesse e vi spingano ad approcciarvi a queste letture. I libri da portare in vacanza possono essere davvero tanti, ma perché non approfittare per migliorare la propria vita anche mentre ci si rilassa. Vi invito quindi, a cercare sicuramente dei video online di Igor Sibaldi, ma, soprattutto, a leggere i suoi libri, vera fonte di ispirazione per chi vuole avvicinarsi sempre di più a se stesso.

 

Ti è piaciuto? Cosa ne pensi? Faccelo sapere nei commenti. Rispondiamo sempre.

SmakNews_Smart_Marketing_logo_SResta aggiornato sulle nostre pubblicazioni e sulle ultime novità dal mondo del marketing e della comunicazione.

Qui, se vuoi, puoi consultare la nostra Privacy Policy

image_pdfimage_print

LEAVE A REPLY

Login with:
Powered by Sociable!